Fenerbahce-Olympiacos, i turchi ritrovano il sorriso grazie a Vesely nel round 16 di Eurolega

Il Fenerbahce supera 84-77 l’Olympiacos nel round 16 di Eurolega. I turchi ritrovano la vittoria dopo tre sconfitte consecutive.

0 0
Read Time:4 Minute, 14 Second

Il Fenerbahce ritrova la vittoria superando 84-77 l’Olympiacos nella sfida valida per il round 16 di Turkish Airlines Euroleague. Un finale col fiatone sul tentativo di rimonta greco, reso possibile dalle tre triple consecutive di Sasha Vezenkov negli ultimi minuti.

La squadra allenata da Igor Kokoskov si mette alle spalle la rullata patita dallo Zalgiris Kaunas nella scorsa settimana. Più in generale, si interrompe un periodo buio di 3 sconfitte consecutive, 7 nelle ultime 8 giornate ampliando lo spettro.

Terza battuta d’arresto in fila per l’Olympiacos, che esce a testa bassa da un altro arrivo in volata, dopo il supplementare perso contro il Real Madrid.

Analizziamo la sfida tra Fenerbahce e Olympiacos nei 5 punti di Eurodevotion

Olympiacos, avvio bollente

Il primo quarto è caratterizzato dalle triple dell’Olympiacos. I greci si presentavano alla partita come la squadra peggiore dal perimetro con poco più del 34% di realizzazione.

Tuttavia, i ragazzi di Georgios Bartzokas mettono insieme un solido 7/11 dietro i 6,75. Particolarmente attivo Livio Jean-Carles. Scelto in quintetto e con la responsabilità di fare anche le veci di Georgios Printezis, fermato da problemi alla schiena. Il francese chiude la prima frazione in doppia cifra e senza errori al tiro (2/2 da 2, 2/2 da 3)

Il pick and roll guidato da Kostas Sloukas funziona e produce conclusioni aperte sul lato debole. Ne approfittano anche Aaron Harrison (8, 2/4 dall’arco) e Kostas Papanikolaou (6, 2/3).

Il Fenerbahce resta però attaccata e limita il gap a soli 5 punti. Questo per merito di una buona esecuzione dei giochi a due e a tre. Vengono così trovati con continuità Danilo Barthel e Jan Vesely sotto canestro. Entrambi a quota 6 punti, per il ceco c’è la perfezione nelle conclusioni (3/3 da 2). Per il tedesco, invece, un 3/4 comunque confortante.

23-14

Il parziale del secondo quarto, con il quale il Fenerbahce prende in mano le operazioni. Merito soprattutto di una difesa molto più reattiva, con un piano-partita che cambia e prevede, ora, aggressione sulla palla e raddoppi.

La strategia paga subito i suoi dividendi, procurando canestri facili in contropiede. All’intervallo, saranno 9 le palle perse dagli ospiti, a fronte di 11 assist. Molto positiva, invece, la gestione del pallone dei padroni di casa. Tallone di Achille nelle ultime uscite, i giocatori di Igor Kokoskov chiudono il primo tempo con 14 assist e solamente 4 palloni persi.

Kostas Sloukas, ritorno amaro

Questa era soprattutto la partita del primo ritorno del play greco sul “luogo del delitto”. A Istanbul, Sloukas ha vissuto un ciclo dorato che ha fruttato 4 Final Four (indimenticabile la vittoria nella finale casalinga del 2017, proprio contro il suo Olympiacos) e 3 campionati turchi, tra i successi principali.

Omaggiato da un bel video di benvenuto nella mattinata odierna..

l’approccio alla partita è stato dei più promettenti. La tenuta degli esterni del Fenerbahce non è propriamente stagna e il playmaker greco può banchettare dal pick and roll. I compagni ringraziano per i cioccolatini che può comodamente dispensare e crivellano di colpi il canestro dei padroni di casa da lontano.

Dal secondo quarto, però, è tutta un’altra storia e il numero 11 non riesce più a mettersi in visione con agio. Allo stesso modo, non trova il modo di attaccare il ferro in penetrazione perchè ha sempre un uomo pronto a mettergli il fiato sul collo.

Ne risentono le percentuali al tiro chiaramente. Di conseguenza, il suo tabellino non si ingrossa particolarmente. Chiude con 5 punti (1/5 al tiro), 7 assist e 2 palle perse in 21 minuti.

Fenerbahce, con un Vesely così si può ripartire

Sulla vittoria della squadra turca è ben impresso il marchio di Jan Vesely. Il centro di nazionalità ceca disputa una partita stupenda e merita ampiamente gli onori da MVP.

La sua presenza oscura la vallata dell’area a una squadra che presentava, sul proprio bigliettino da visita, il terzo miglior dato nel tiro da due, con Hassan Martin primo nella speciale graduatoria individuale (75,3%).

Il tabellino recita 17 punti con 8/8 dal campo oltre a 5 rimbalzi, 1 recupero, 29 di PIR e la ciliegina sulla torta rappresentata dalla stoppata sull’ultima tripla tentata da Vassilis Spanoulis.

Il miglior Jan Vesely è a dir poco indispensabile per poter dare un significato diverso alla stagione del Fenerbahce.

0

Come le vittorie ottenute dall’Olympiacos negli ultimi 4 scontri diretti contro il Fenerbahce. Una serie che fa si che i turchi passino in vantaggio anche nello score in questo secolo, laddove le due squadre erano in perfetta parità prima di questa sera (10-10)

Zero sono anche i tiri liberi tentati dalla squadra greca nei primi 27 minuti di gioco. Sintomo di una mancanza di aggressività in attacco piuttosto emblematica. Al netto del dominio di Jan Vesely nelle due metà campo, attenuante presente tanto quanto parziale però.

In tal senso, assume un significato maggiore la prestazione inusualmente remissiva di un Shaquielle Mckissic da 8 punti, 5 liberi tentati e 3 palle perse in 22 minuti di impiego.

About Post Author

Francesco Sacco

Iniziato al gioco da Kobe Bryant e della Benetton Treviso di Ettore Messina da piccolino. Travolto dalla passione per l'Olimpia Milano da "grande". C'è qualcosa di più bello della Final Four di Eurolega? Forse, ma non ditemelo.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Olimpia-Baskonia: Vitoria gioca con intelligenza e Milano spreca un'altra chance

Dopo le partite con Stella Rossa e Panathinaikos, Olimpia-Baskonia è un’altra occasione sprecata per gli uomini di Ettore Messina, battuti per 79-84 dai Baschi, in vantaggio per tutta la partita. Tre stop interni inattesi per una squadra che sta comunque facendo bene (9-6), ma rischia di pagare passi falsi inopinati […]
Olimpia-Baskonia | Eurodevotion

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: