Giovani in Europa: in mostra Biberovic e Mattisseck

Tutti i giovani scesi in campo nella tredicesima giornata

0 0
Read Time:2 Minute, 3 Second

Nella tredicesima giornata di Turkish Airliness Euroleague sono stati otto gli U20 a scendere in campo, due in più rispetto al precedente turno. Entrano nella lista dei giovani in Europa anche Tarik Biberovic, del Fenerbahce, e Leandro Bolmaro, del Barcellona.

A guidare la classifica c’è sempre lui, Rokas Jokubaitis. Il lituano classe 2000 si può, oramai, considerare una pedina fondamentale dello Zalgiris di Schiller. Nella vittoria esterna per 69-81 ai danni del Panathinaikos, la guardia biancoverde è stata impiegata per ben 23 minuti, realizzando 10 punti, conquistando 3 rimbalzi e servendo 2 assist, risultando fondamentale nella vittoria dei suoi. Nella sua valutazione totale, però, pesano, e non poco, le 5 palle perse, facendola scendere ad un misero 9.

La partita dalla quale questa nuova rubrica, giovani in Europa, ha tratto maggior materiale è stata Alba Berlino-Fenerbahce. Il successo dei berlinesi 89-63 sui turchi, ha dato la possibilità a Tarik Biberovic di mettersi in mostra. Per il 2001, nativo della Bosnia ma naturalizzato turco, si sono aperte le porte della prima presenza da titolare in stagione. Inoltre, il numero 13 gialloblu, è stato l’unico giocatore degli ospiti ad andare in doppia cifra, realizzando ben 13 punti in 17 minuti di gioco.

Per i padroni di casa, invece, ottima prestazione di Mattisseck che, in 14 minuti, ha messo a segno 8 punti e recuperato un pallone, chiudendo con un 5 di valutazione. Anche in questo match l’Alba Berlino si è confermata la squadra con il maggior numero di giovani impiegati. Oltre all’appena citato Mattisseck, anche un altro tedesco è sceso in campo. Si tratta di Malte Delow, impiegato per cinque minuti nei quali ha realizzato 2 punti ed 1 assist.

L’altro volto nuovo della rubrica è Leandro Bolmaro, argentino classe 2000 già sotto contratto con i New York Knicks per la prossima stagione. Il blaugrana è sceso in campo per 7 minuti nella vittoria del Barcellona sull’Olimpia Milano 87-71. Leandro ha servito 2 assist ai suoi compagni, perdendo 1 pallone e commettendo 3 falli, anche a “causa” del pressing della difesa di Jasikevicius.

Chiudono la giornata tre giocatori appartenenti agli altri tre club spagnoli. Kurucs, impiegato da Ivanovic per 3 minuti nella sconfitta del Baskonia 63-67 contro il Maccabi, Garuba, 7 minuti conditi da 2 punti, 4 rimbalzi e 1 stoppata nel match tra Real Madrid e Zenit, vinto dai blancos, e Pradilla, con 5 minuti e 4 punti in Valencia-Anadolu Efes finita 76-74.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleppy
Sleppy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Maurizio Gherardini: L'obiettivo dell'Olimpia possono essere le Final 4

E’ sicuramente la persona più indicata per introdurci ad un Fenerbahçe-Olimpia di grande importanza e fascino. Maurizio Gherardini, eccellenza manageriale italiana nel mondo, GM del Fenerbahçe degli anni trionfali ed oggi a capo di una ricostruzione non facile, ennesima sfida di una carriera esemplare. – Maurizio, che sfida sarà quella […]
Maurizio Gherardini: L'obiettivo dell'Olimpia possono essere le Final 4 | Eurodevotion

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: