Eurodevotion Weekly | James surreale, Mirotic straordinario

0 0
Read Time:2 Minute, 9 Second

Eurodevotion Weekly, i nostri 10 flash dalla settimana di Eurolega.

  • Olympiacos, settimana d’oro. 96 punti a Barcellona, poi una vittoria tiratissima a Belgrado. Piano piano, Kostas Sloukas pare tornare. Spanoulis e Printezis smetteranno mai di fare giocate decisive?
  • Alba tutta da godere. 100 al Khimki, e va bene, è quasi normale, 100 al Valencia, e qui non c’è nulla di normale, poi l’asfaltata al Fenerbahçe, mettendone 89. 54 punti di scarto in tre W. In mezzo solo lo stop di Milano. Dopo aver potuto riprendere ad allenarsi la squadra di Aito vola. Ed è uno spettacolo piacevolissimo.
  • Il Maccabi difende e vince una partita in cui Wilbekin ne mette 5 con 2/8 al tiro. E’ la base per tornare, ma serve più qualità offensiva coinvolgendo Zizic.
  • Il Real del dopo Campazzo prosegue con grande solidità. Laso ha impostato la stagione sin dalla preseason su una struttura difensiva totale ed i risultati si vedono oggi. Sapeva di perdere il Facu, ha lavorato per ridurre al minimo la mancanza di talento offensiva. Laprovittola, senza numeri eccessivi, prende fiducia progressivamente.
  • Il primo tempo di Mike James? 32 di valutazione in 17’04” di gara col Khimki. Ok, la difesa di Kurtinaitis la conosciamo, ma 3/3 da due, 4/5 da tre, 8 rimbalzi e 6 assist non sono una cosa di questo pianeta. Insieme ad un atletismo sconosciuto. Chiuderà con 51 per quella valutazione, ad un solo rimbalzo dalla tripla doppia. Serve altro?
  • Fenerbahçe molto sotto al minimo sindacale di impegno. Tutte le attenuanti del mondo per una squadra nuovissima, ma una mancanza di attitudine di questo tipo non è minimamente comprensibile. Dagli alti e bassi all’interno della stessa agra si è passati al “did not show”. Perchè?
  • Milano deve far tesoro della sconfitta al Palau e non è una frase fatta. Chiara dimostrazione che si può competere, anche con le favorite. Il che non vuol dire essere tra loro, ma avere un’organizzazione che ti permette di provarci sino in fondo.
  • Khimki, altri 52 punti subiti nel primo, 17 rimbalzi offensivi consessi su 41 palloni disponibili, 16 palle perse ed 11 tiri liberi sbagliati. Sono alcune delle tantissime facce di una squadra che squadra proprio non è.
  • Nikola Mirotic è un campione assoluto. Fa solo ciò che serve alla squadra. Appare un po’ meno dei vari James, Larkin etc solo perchè lui la palla non ce l’ha subito e spesso in mano.
  • Dimitris Itoudis «Mike (James) ha preso 8 rimbalzi nel primo tempo e solo 1 nel secondo. Dovrò chiarire questo rilassamento che l’ha portato a non raccogliere il decimo rimbalzo…».

About Post Author

alberto marzagalia

Due certezze nella vita. La pallacanestro e gli allenatori di pallacanestro. Quelli di Eurolega su tutti.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Milano da rispettare, Valencia cosa molto seria, Mike James surreale

Abituale appuntamento del fine settimana Eurodevotion / Backdoor Podcast. Round 13 in archivio e tanti temi su cui riflettere. La settimana d’oro dell’Olympiacos. Lo Zalgiris ha un percorso tecnico chiaro: onore a Schiller. Mike James è surreale. Il Valencia è cosa serai, l’Efes ancora troppo a sprazzi. Milano? Come si […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: