Il Bayern di Trinchieri è sempre più solido e si impone anche sull’ASVEL

0 0
Read Time:2 Minute, 27 Second

Nella 13° giornata di Turkish Airlines EuroLeague, il Bayern Monaco di coach Andrea Trinchieri conquista il nono successo stagionale nella massima manifestazione europea. Questa volta la vittima sacrificale dei bavaresi è l’ASVEL, che non riesce ad imporre la propria fisicità.

76-62 il punteggio finale dell’incontro che andiamo ad analizzare mediante i nostri soliti cinque punti

Il primo tempo

I bavaresi sono stati molto bravi nell’approcciare la sfida con la giusta determinazione. Infatti, sono riusciti ad imporre il proprio gioco, chiudendo all’intervallo lungo con buon margine di vantaggio (+17). Nel secondo tempo, i padroni di casa hanno solo poi dovuto controllare il ritmo della gara senza particolari difficoltà ed infatti l’esito finale non è mai stato in dubbio.

Lontano da casa

Per la compagine francese vincere in trasferta sta piano piano diventando sempre di più un vero e proprio tabù. Infatti, su sette partite disputate lontano dalle mura amiche, gli uomini di coach TJ Parker hanno conquistato una sola vittoria contro il Baskonia, perdendo ben sei gare rispettivamente contro Valencia, AX Armani Exchange Milano, Alba Berlin, Real Madrid, Anadolu Efes Pilsen ed appunto Bayern Monaco.

Defense

Si sa che una delle armi vincenti della compagine tedesca sia proprio la fase difensiva ed anche nella sfida contro i francesi lo si è potuto notare. Dopo aver subito 59 punti dalla Stella Rossa, i biancorossi ne concedono solo 62 ad una squadra che prima di questo match aveva una media di 74 punti a partita. Per i bavaresi si tratta della seconda miglior prestazione in difesa della stagione, mentre per gli avversari della seconda peggior prestazione offensiva, dopo quella contro lo Zenit con solo 53 punti realizzati. Nel post gara, lo stesso Trinchieri ha elogiato i suoi proprio per aver difeso molto bene.

Doppia Doppia

Per la seconda volta in stagione, Jalen Reynolds chiude con un doppia doppia. Era la prima giornata di Eurolega ed il Bayern Monaco si arrese all‘Olimpia Milano, con il classe ’92 che segnò i 14 punti e conquistò 11 rimbalzi. Partita dopo partita, l’ex centro di Reggio Emilia, Zenit e Maccabi Tel Aviv sta sempre più crescendo e diventando un giocatore importante all’interno del sistema di gioco di Andrea Trinchieri. Non si spaventa davanti alla fisicità di Fall e Yabusele, mettendo a referto 17 punti e 11 rimbalzi.

Come magic moment del match, l’Eurolega sceglie di premiare una sua schiacciata.

Il fortino Audi Dome Arena

Su 13 partite giocate in Eurolega, il club tedesco ne ha giocate 7 in case. Il bilancio è di 5 W e 2 L. I due k.o maturati tra le mura amiche, però sono arrivati con squadre più forti e più lunghe rispetto al Bayern come l‘AX Armani Exchange Milano e il CSKA Mosca, anche se c’è da dire che queste due compagini hanno dovuto lottare fino all’ultimo per vincere. Insomma, giocare contro i tedeschi non è semplice, specialmente a Monaco di Baviera.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Le parole dei coach dopo il venerdì d'Eurolega

Tutte le parole dei coach dopo le partite del venerdì sera

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: