Trento cade anche a Lubiana, Venezia si arrende alla Joventut

0 0
Read Time:2 Minute, 37 Second

Nella penultima giornata della 7Days EuroCup serata decisamente amara per la Dolomiti Energia Trentino e l’Umana Reyer Venezia. Infatti, le due compagini italiane hanno subito una sconfitta.

Gli uomini allenati da coach Nicola Brienza si sono arresi sul campo del Cedevita Olimpija Ljubljana con il punteggio di 87-65.

Invece, la squadra veneziana è caduta nuovamente tra le mura amiche del Taliercio, questa volta al cospetto della Joventut Badalona per 75-89.

Attraverso i nostri cinque punti analizziamo le due partite:

50-23

Dopo un primo quarto all’insegna dell’equilibrio, concluso sul 20-21 in favore della squadra bianconera, gli sloveni sono riusciti a prendere il largo tra il secondo e terzo periodo. Grazie ad una solida difesa ed un prolifico attacco, hanno chiuso al 30′ avanti di ben 26 lunghezze (70-44), con ben 50 punti realizzati e solo 23 subiti.

Per Trento si tratta di una sconfitta in dolore, visto che ha già conquistato il pass delle Top 16 con largo anticipo, ma questo ko deve far riflettere sugli errori commessi.

Un dato evidente

Analizzando il foglio delle statistiche si nota in maniera molto chiara di quale sia stata la principale differenza tra le due squadre: la percentuale al tiro da 2.

Infatti, il Cedevita Olimpija Ljubljana ha chiuso con il 65.8% (25/38), mentre la Dolomiti Energia Trentino con il 34.1% (14/41).

Diversi protagonisti

Sia la squadra slovena che quella spagnola sono riuscite a coinvolgere più giocatori possibili.

Infatti, il Cedevita ha chiuso con ben quattro giocatori (Blazic, Perry, Jones e Brown) in doppia cifra, mentre Trento solo con due (Williams e Forray).

Invece, nell’altra sfida i giocatori di Venezia che hanno realizzato più di dieci punti sono solo tre (Fotu, Casarin e Daye), complici anche le pesanti assenze di Tonut e Watt.

A differenza della Joventut che di undici giocatori utilizzati, sei sono andati in doppia cifra (Tomic, Bassas, Ribas, Dimitrijevic, Morgan e Brodziansky).

L’allungo di Badalona

Dopo un inizio di gara favorevole ai padroni di casa (14-5), gli spagnoli sono riusciti prima ad impattare sul 19 pari per poi chiudere la prima frazione avanti di 3 lunghezze (21-24).

I ragazzi di coach Carles Duran, hanno poi cavalcato l’onda dell’entusiasmo e nel secondo periodo ne hanno approfittato per propiziare l’allungo decisivo, chiudendo all’intervallo lungo sul 35-50.

Nel secondo tempo, la Joventut ha dovuto solo controllare il vantaggio ed ha portato a casa una preziosa vittoria.

Bisogna sicuramente riconoscere le difficoltà di Venezia, che non ha e non sta attraversando un periodo facile, ma Badalona è stata brava a non prendere sotto gamba la gara.

Ante Tomic

Non ha certo bisogno di grandi presentazioni, ma l’ex centro del Barça ha dimostrato ancora una volta di essere un giocatore davvero molto pericoloso. Dopo aver disputato solo le prime quattro gare di 7Days EuroCup, è ritornato a disposizione del proprio allenatore solo ieri, giocando una buonissima partita.

15 punti (5/5 da 2, 5/6 a cronometro fermo) e 26 di valutazione in 19′.

Dopo diversi anni in Eurolega con le canotte del Real Madrid e del Barcellona, Tomic vuole dimostrare di poter competere ancora a determinati livelli.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleppy
Sleppy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Parziale e sveglia finale portano l'Efes alla vittoria

Recupero della giornata 5 tra Efes e Asvel a Istanbul, entrambe reduci da una sconfitta. Dopo la peggiore prestazione offensiva stagionale nella sconfitta contro il Baskonia (59 punti), L’Efes trova la seconda vittoria di sette scendendo sotto gli 80 punti segnati. Decisivo il parziale di 13-2 nei 4 minuti finali, […]
parziale

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: