Parole, parole… Le voci dal Round 11 di Eurolega

0 0
Read Time:2 Minute, 59 Second

Le voci dopo le gare del Round 11 di Turkish Airlines Euroleague.

Dimitris Itoudis (Cska): «Oggi è toccato a Mike, domani toccherà ad un altro. Il modo in cui abbiamo combattuto a rimbalzo e siamo stati presenti è la via da percorrere».

Pablo Laso (Real): «Siamo andati sotto a rimbalzo ma abbiamo mosso meglio la palla. Non posso essere soddisfatto per il risultato, ma ho solo belle parole per i miei giocatori. Quell’ultimo rimbalzo è stato decisivo, ma abbiamo fatto tuto ciò che dovevamo».

Martin Schiller (Zalgiris): «A scatti giochiamo bene, ma ci scaviamo buche troppo profonde da essere coperte nei 40 minuti».

Xavi Pascual (Zenit): «Una delle nostre migliori gare su entrambi i lati del campo. Siamo stati fermi quasi un mese, ora stiamo ritrovando il ritmo».

Sasa Obradovic (Stella Rossa): «Sapevamo cosa fare, soprattutto in difesa, ma ci è mancata la continuità in termini di energia sui 40 minuti»

Ergin Ataman (Efes) : «Ci mancavano un sacco di giocatori chiave, ma la mia squadra gioca sempre la stessa pallacanestro. Sono orgoglioso dei miei ragazzi».

Aito Garcia (Alba). «Ottimo ritmo ed ottima difesa. la pallacanestro è 50% difesa e 50% attacco».

Rimas Kurtinaitis (Khimki): «Troppo lenti, troppe palle perse, Alba nettamente migliore di noi. Abbiamo gravissimi problemi in difesa, dove non ci applichiamo a sufficienza. Questo è il problema più grande».

Georgios Bartzokas (Olympiacos): «Abbiamo usato diversi trucchi, sia offensivi che difensivi, ma sapevamo che sarebbe servita una miglior percentuale da tre. Ora mi aspetto che i miei si allenino con maggior qualità, col rientro dei nostri assenti».

Dusko Ivanovic (Baskonia): «Abbiamo faticato quando l’Olympiacos ha cominciato a cambiare in difesa. Voglio sottolineare il grande sforzo di Vildoza, che aveva problemi alla schiena, e di Henry, grande in difesa su Sloukas e Spanoulis, nonché bravissimo nel trovare i tiratori in attacco».

Ioannis Sfairopoulos (Maccabi) a precisa domanda se con un record di 3/8 pensa di poter raggiungere i Playoff, oggi lontani 5-6 partite: «Sì!».

Non conta quante botte stiamo prendendo ad inizio stagione. Noi siamo il Maccabi, combatteremo sino alla fine e ribalteremo questa situazione

Ettore Messina (Olimpia): «Sono felice per i miei giocatori che hanno avuto vincere nonostante gli errori. Siamo realisti, quando vinci di 1 avresti potuto anche perdere. E’ una grande W, ma è una di 34 partite».

Igor Kokoskov (Fenerbahçe): «Ancora una volta abbiamo giocato duro, conoscevamo le loro forze e le loro debolezze, ma non siamo stati in grado di farlo per 40 minuti. Dobbiamo essere più “smart”».

Jaume Ponsarnau (Valencia): «Abbiamo capito osa dovevamo cambiare, a livello fisico e di mentalità. E’ stata la chiave e ci ha permesso di trovare ispirazione per Klemen e Sam».

Georgios Vovoras (Panathinaikos): «La reazione che ho visto in allenamento dopo due brutte gare mi dimostra che sappiamo stare insieme come una famiglia. L’approccio difensivo iniziale è quello che serve per competere in Eurolega».

Andrea Trinchieri (Bayern): «Non abbiamo pareggiato la loro energia e questo ci è costato tre pessimi quarti. Quando, rientrando come al solito, siamo arrivati ad un possesso abbiamo commesso tre errori madornali in difesa che hanno determinato la sconfitta».

TJ Parker (Asvel): «I miei giocatori lavorano duro, si meritano tutto questo. Se abbiamo battuto il Barcellona, la miglior squadra d’Europa, vuol dire che possiamo battere chiunque».

Sarunas Jasikevicius (Barcellona): «L’Asvel è una delle squadre più fisiche della lega, se non la prima. Le cose più dolorose sono che loro hanno avuto maggiori motivazioni e che in una gara di Eurolega non abbiamo avuto lo stimolo a continuare una grande serie di vittorie. Spero possiamo inziarne un’altra».

(Photo: Twitter @Cskabasket)

About Post Author

alberto marzagalia

Due certezze nella vita. La pallacanestro e gli allenatori di pallacanestro. Quelli di Eurolega su tutti.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Eurodevotion Weekly | Il colpo di Milano, Luke Sikma, Pierria Henry...

I nostri 10 flash dal Round 11 di Eurolega. Pierria Henry. nelle ultime 3 gare 33 assist (10, 12 ed 11) con sole 11 perse. La cosiddetta “ratio” assist/turnovers è al 236,67% (7,10 vs 3,00): per chi gioca al suo ritmo è un capolavoro. Mike James e Malcolm Delaney. I […]
Eurodevotion Weekly | Il colpo di Milano, Luke Sikma, Pierria Henry...

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: