Una Virtus eroica sbanca il campo del Lokomotiv Kuban

ilbalbo 3

Dopo la rumorosa sconfitta interna in campionato, rea di aver acceso differenti spie d’allarme nel motore virtussino, la Virtus Bologna vola nella terra dei cosacchi, a Kransodar, nella lontana e mite pianura ciscaucasica.

Alla Basket Hall, il Lokomotiv Kuban é un’armata invincibile: finora sei vittorie su sei per la compagine di coach Pashutin ( l’ultima sconfitta interna risale al 05/11/2019 contro il Lietuvos Rytas )

Purtroppo, per i russi, la serie é destinata a terminare.

La Virtus Bologna ( senza Abass e Markovic ) parte con un quintetto con una forte impronta italiana. Tessitori e Pajola segnano il primo break, l’aggressività dei bianconeri sorprende i russi, subito 3-8 per i bianconeri.

Il Lokomotiv é tosto, pesante; Alan Williams, treccine selvagge irte e grosse come code di cavallo, si muove con il passo deciso di uno per il quale l’area sotto canestro non conosce segreti, in area fa il bello ed il cattivo tempo e tiene i russi a contatto.

A metà quarto entra Milos Teodosic, sfortunatamente per il Lokomotiv, oggi non ha voglia di giocare in ciabatte: subito 6 punti e la Virtus chiude il primo quarto sul +5, 22-27.

La Virtus Bologna inizia il secondo quarto con un quintetto pesante con Ricci da tre e Hunter da quattro.

Milos continua a magheggiare (registriamo un assist inspiegabile per le leggi della fisica ) ed inizia un duello a distanza con Kevin Hervey, lunga mascella da lupo e tiro da tre mortifero, e Crawford.

Alla fine del primo tempo la Virtus riesce a conservare un vantaggio di cinque punti.

Il secondo tempo inizia sotto il segno di Pajola, il regista marchigiano con occhi mobili e svegli che sembran vivere di vita propria, non si limita a dar il suo consueto contributo in difesa ( non a caso parliamo dell’Arsenio Lupin del belpaese ) ma si carica la squadra sulle spalle anche in fase offensiva.

Dopo 22′ la Virtus é sul +10. Dopo quest’inizio incoraggiante, succede qualcosa, il gomitolo si ingarbuglia ed il Lokomotiv prosciuga dolcemente il vantaggio bianconero.

La Virtus non trova più il canestro, si limita a tirar da fuori ( con pessime percentuali ), perde preziosi palloni e si innervosisce.

Il Lokomotiv é alle costole, la Virtus sente il suo fiato sul collo. Si arriva in parità, Julian Gamble é irriconoscibile e Josh Adams sembra la maschera mortuaria di se stesso.

I Russi sorpassano, Hervey mette il pugnale dentro la piaga più vistosa con una serie di triple.

Djordjevic chiama time out dopo un parziale di 18-0 ( !! ), in quel momento ad un qualsiasi tifoso Virtussino probabilmente due pugni sullo stomaco avrebbero fatto meno male.

Il terzo quarto finisce sul +3 per il Lokomotiv Kuban.

All’inizio dell’ultimo quarto le facce degli uomini bianconeri sono diverse.

Nelle file della compagine russa si rivede l’ex Milano Kuzminskas, solito aspetto da gesuita smunto e viso inespressivo senza intensità, la sua prestazione non resterà negli annali di questa competizione.

Il tiro da fuori dei russi non da gli stessi risultati del terzo quarto. Per Hervey sembra finita la festa, oltre Crawford e Williams non sembrano esserci altre bocche da fuoco.

Il Lokomotiv Kuban sbatte sul muro della difesa virtussina, Kyle Weems mostra la sua cresta di muscoli con canestri pesantissimi, le giocate di Tessitori sono perfette; sono una passata di intonaco fatto come si deve.

Ormai la Virtus é un treno in corsa, sorpassa con carattere, gestisce il vantaggio.

Mancano pochi minuti al termine, Pajola continua ad emanare dal corpo un’incontenibile freschezza e vitalità. Guardando Milos Teodosic ( 29 punti per lui ) si resta talmente abbagliati da dover socchiudere gli occhi.

Nel finale Kalnietis accorcia le distanze, ma la pace e la tranquillità ormai camminano con i bianconeri.

La gara si conclude 83-89, la Virtus Bologna vince una gara che sa di anticipo d’Eurolega, resta imbattuta, vola in classifica in posizione solitaria e brilla al freddo lume delle stelle.

https://eurodevotion.com/wp-admin/post.php?post=29289&action=edit

Next Post

Matteo Spagnolo è nella lista di Eurolega del Real Madrid

Una gran bella notizia per la tanto bistrattata pallacanestro italiana. Come riporta il quotidiano spagnolo AS e come si evince dal sito ufficiale di Eurolega, il Real Madrid ha iscritto Matteo Spagnolo nella lista ufficiale dei giocatori del massimo torneo continentale. ✔ El Madrid ha inscrito en la Euroliga a […]
Matteo Spagnolo è nella lista di Eurolega del Real Madrid | Eurodevotion

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: