Nulla di nuovo nell’incontro tra Eurolega e leghe nazionali

alberto marzagalia

Domenica la notizia ci aveva attratto: vuoi mettere che stavolta si instaura un dialogo costruttivo su basi nuove, partendo da un’emergenza che coinvolge tutti? Eurolega e leghe nazionali allo stesso tavolo: dai, magari è la volta buona…

Il fatto che poche ore dopo la stessa Eurolega, tramite il suo direttore esecutivo, avesse confermato che non c’era all’orizzonte alcuna formula alternativa a quella attuale, ha prontamente limitato il nostro ottimismo.

Oggi la conferma. L’incontro c’è stato, ovviamente in video conferenza, e non è emerso nulla di significativo se non le solite formule che oggi non cambiano nulla e nulla promettono a livello di cambiamento nel futuro più prossimo.

Spagna, Germania, Israele, Turchia, Italia, l’ABA Liga per l’ex Jugoslavia, Grecia, Italia, Francia , Lituania, Belgio ed i rappresentanti delle ex repubbliche sovietiche hanno partecipato alla riunione indetta da EB.

Scambio di informazioni, priorità alla salute, metodologie di posticipi e riposizionamenti delle gare etc. Questo è quanto emerge dal comunicato di Euroleague Baksetball, che informa di non aver proposto alcun cambiamento di calendario o di sistema della competizione.

Niente di significativo e nulla di sostanzialmente nuovo quindi: la speranza è che sia almeno un primo passo di avvicinamento e che una prossima puntata porti a decisioni più pratiche.

Gioverà conoscere anche le opinioni e le conclusioni degli altri partecipanti per avere un’idea più completa di quanto discusso.

I problemi legati ai calendari ed alla realistica possibilità che tra poco troppe gare siano condensate in un periodo di tempo troppo limitato, se non impossibile rimane. Speriamo di sbagliarci.

Next Post

Cade anche l'ultima imbattuta

Prima sconfitta in questa stagione europea per lo Zenit. L'Olympiacos vince in Russia

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: