7Days EuroCup: L’Aquila continua a volare, Venezia si arrende a Kazan

Lorenzo Lubrano 1

Nella sesta giornata di 7Days EuroCup sono scese solo due squadre italiane: la Dolomiti Energia Trentino e l’Umana Reyer Venezia.

Infatti, le gare della Germani Brescia e della Virtus Segafredo Bologna sono state rinviate a causa di alcuni giocatori positivi al Covid-19 rispettivamente nel Buducnost e nel Lietkabelis.

Andiamo a vedere come sono andate le due sfide attraverso i nostri cinque punti.

Super Trento

Tra le mura amiche della BLM Group Arena, i ragazzi di coach Nicola Brienza conquistano la quinta vittoria consecutiva della competizione, visto che dovranno recuperare la sfida contro Gran Canaria.

Fin dai primi minuti, la compagine bianconera approccia nel miglior modo possibile la partita e dopo solo i primi 8′, il punteggio dice 29-9. L’inerzia della sfida rimane ben salda nelle mani dei padroni di casa che chiudono il primo tempo avanti sul 50-37. Nella terza frazione, gli ospiti provano a rientrare (66-59), ma la Dolomiti non ci sta e rimane avanti nel punteggio. Il finale è 89-80.

Un dato certamente interessante è la differenza di punti segnati dalle due squadre tra quintetti ed apporto dalla panchina.

I bianconeri ne hanno segnati 72 con lo starting five e solo 17 con la panchina.

Invece, i turchi ne hanno prodotti 57 da coloro che sono partiti dalla panchina e 23 dai primi cinque.

Kelvin Martin

L’ex Vanoli Cremona, Virtus Bologna ed Happy Casa Brindisi sfoggia una buonissima prestazione.

L‘ala americana è uno specialista difensivo, ma anche un giocatore esplosivo che se riesce subito a mettersi in ritmo, può diventare davvero pericoloso.

Dopo non aver mai chiuso in doppia cifra con Trento in EuroCup, realizza ben 22 punti con 16 di valutazione, stabilendo il suo career-high.

Il blackout veneziano

Sul campo dell’Unics Kazan, la squadra della laguna è costretta ad arrendersi. Dopo un buon primo tempo condotto (40-49), è l’avvio di terza frazione che lascia a desiderare.

Ed infatti, i russi ne approfittano per propiziare un break di 15-0, frutto di diverse palle perse da parte della stessa Venezia. Alla fine saranno ben 18.

Nell’ultimo quarto, il match rimane equilibrato ma è la compagine di casa a trovare la zampata vincente. La sfida termina 90-87.

La serata di Jamar Smith

Ci sono partite che lasciano un ricordo indelebile nel cuore di ogni singolo giocatore e sicuramente quella di ieri per lo stesso Smith lo è stata.

Oltre ad essere il miglior marcatore della sua squadra con 20 punti, grazie al 6/9 realizzato da tre punti sale in testa alla classifica per triple segnate (224) nella storia dell’EuroCup, scavalcando così Rafa Martinez a quota 223.

Dominio sotto canestro

In casa Umana Reyer Venezia si è sentita la pesantissima assenza di Mitchell Watt.

I veneziani hanno sofferto e non poco la fisicità dei padroni di casa. In modo particolare quella di John Brown, Okaro White e Jordan Morgan.

L’ex lungo di Brindisi ha disputato una solida gara con 16 punti (6/6 da 2, 4/4 TL) e 21 di valutazione, dimostrando ancora una volta di essere un giocatore di talento.

Ma certamente coloro che hanno fatto più male alla difesa veneziana sono stati White e Morgan. Entrambi hanno chiuso con una doppia doppia (12+10) con 15 di valutazione e (11+10) con 24 di valutazione.

E se si va a guardare la voce rimbalzi, si nota una netta differenza (37-26), specialmente per quanto riguarda quelli offensivi (18-6).

One thought on “7Days EuroCup: L’Aquila continua a volare, Venezia si arrende a Kazan

Next Post

Le parole di Gandini sulle Coppe? Come minimo infelici...

Ospite della trasmissione Sport Club (E’ Tv) il Presidente di LBA Umberto Gandini ha rilasciato delle dichiarazioni decisamente infelici, per usare un eufemismo, sulle Coppe europee. La domanda, testualmente, recitava: «Crede, come alcuni sostengono, che i campionati europei debbano essere sospesi?» Ci resta il dubbio se per “campionati europei” si […]
Le parole di Gandini sulle Coppe | Eurodevotion

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: