Nedovic show! Il Pana ha la meglio sul Fener

Dopo i due stop in fila subiti contro l’Olympiacos ed il Barcelona, il Panathinaikos ritrova il successo nella massima competizione europea e lo fa contro il Fenerbahce, che subisce così la terza sconfitta consecutiva.

Il match si conclude sul punteggio di 82-68 ed attraverso i nostri cinque punti vi raccontiamo la gara

Il grande protagonista

Lo abbiamo detto già tante volte che se il giocatore sta bene dal punto di vista fisico, ha tutte le qualità per essere un giocatore decisivo. Ed ecco che l’ex Armani Exchange Milano decide di esserlo in quel di Oaka nella partita contro il Fenerbahce. 28 punti (7/12 da 3) in 28′ con 28 di valutazione. Chiude il primo tempo segnando solo 8 punti, ma nel secondo si scatena letteralmente e nel momento del bisogno risponde presente con un paio di giocate, che spazzano via il tentativo di rimonta degli avversari.

«Mi sento bene e sono davvero felice di aver aiutato la squadra a vincere oggi. Abbiamo sentito la mancanza di Ioannis Papapetrou, che è davvero molto importante per noi, ma i miei compagni hanno fatto un ottimo lavoro e penso che in difesa siamo stati fantastici». Commenta così Nedovic nel post gara

Cercasi Nando De Colo

Serata decisamente negativa per la guardia francese. Infatti, De Colo disputa una gara da dimenticare. Solo 5 punti a referto con 1/4 da 2 – 1/4 da 3 e 4 palle perse. Fatica davvero tanto in attacco dove non riesce a mettersi in ritmo ed anche i suoi compagni ne sentono e non poco la mancanza.Nelle precedenti gare aveva sempre chiuso in doppia cifra, ma nonostante ciò la compagine turca ha vinto solo in un’occasione e quindi bisogna cercare di trovare una soluzione concreta per risolvere il problema.

Dominio a rimbalzo

Tra le cose che non sono andate bene in casa Fenerbahce c’è sicuramente la lotta sotto le plance. Infatti, le statistiche parlano molto chiaro: I padroni di casa ne catturano 38 (27 difensivi e 11 offensivi). Invece, i turchi chiudono con 29 (23 in difesa e solo 6 in attacco).

Punti dalla panchina

Oltre alla statistica legata ai rimbalzi, un altro dato di cui tener conto è la netta differenza di punti prodotti dalle due panchine. Gli uomini di coach Georgios Vovoras producono ben 62 punti, mentre quelli di Igor Kokoskov solo 32. Indubbiamente 30 punti di differenza non sono certo pochi…

Keifer Sykes

Oltre ai 28 punti Nedovic, vi segnalo anche gli 11 di Keifer Sykes con 17 di valutazione in 22′. L’ex Avellino e Milano, si fa trovare pronto sugli scarichi dei compagni e punisce la difesa avversaria con alcune conclusioni dalla lunga distanza, che sono assolutamente nelle sue corde. Il giocatore al momento ha firmato un contratto valido solo per un mese, ma se giocherà in questo modo, il club greco potrebbe decide di prolungare l’accordo senza particolari problemi. Ci riserviamo di lasciare al campo l’ardua sentenza.

Next Post

Gli highlights della grande notte di Daniel Hackett

“Career night” per un Daniel Hackett che non smette di migliorare. A Belgrado purtroppo è “losing effort” ma il nostro campione ci regala un’altra notte memorabile. (Courtesy of Eurosport Player)

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: