Che colpo, Valencia: espugnata Kaunas!

Enrico Longo

Dopo 4 vittorie consecutive, arriva la prima sconfitta dello Zalgiris. Ritorna a vincere il Valencia.

Dopo 4 vittorie consecutive, arriva la prima sconfitta dello Zalgiris. Ritorna a vincere il Valencia. Finisce 82-94.

5131 tifosi

La Zalgirio Arena di Kaunas può contenere fino a 15688 spettatori ed è uno degli impianti più caldi d’Europa. In questo periodo storico in cui, spesso, a fare da cornice al parquet ci sono spalti deserti o quasi, l’arena lituana continua a essere, nonostante il risultato finale, un fattore. Nella gara contro il Valencia, con circa un terzo della capienza, il pubblico si è fatto sentire.

Pioggia di triple

L’inizio di Zalgiris-Valencia è vibrante. Le due squadre trovano sin da subito con continuità il fondo della retina e realizzano nei primi 4 minuti ben 24 punti (14-10). L’arma più utilizzata è il tiro dai 6.75. Lo Zalgiris manda a segno i primi 4 tentativi dall’arco: due conclusioni a testa per Vasturia e Grigonis. Il Valencia segue con Kalinic e Marinkovic. Il quarto procede, per i padroni di casa, in quella direzione. Dopo i primi 10 minuti, sono infatti 7 le triple realizzate. 7 su 9. Il 77.8%.

L’importanza della panchina

Se le due contendenti vanno negli spogliatoi sul punteggio di 45-37, il gap è da ricondurre principalmente all’importanza dei giocatori di Schiller che si alzano dalla panchina. Nel primo tempo la panchina verde-bianca produce ben 17 punti: più del 33% di quelli totali. L’attacco del Valencia è retto dai titolari con Dubljevic, primo in doppia cifra della serata. L’apporto offensivo della panchina degli ospiti è minimo: appena 6 punti.

Blackout Zalgiris

L’intervallo lungo fa bene a chi deve inseguire. Il parziale di 7-0, confezionato da due triple Dubljevic e dal canestro di Marinkovic, permette agli uomini di Ponsarnau di ritornare in vantaggio (49-51) dopo un quarto e mezzo. L’aggressività in difesa e la maggior fisicità sotto i tabelloni (nei primi 30 minuti, il Valencia cattura 8 rimbalzi in più) sono aspetti determinanti. Gli spagnoli dominano il parziale 30-12.

Balcanici

Nel giorno in cui si ricorda il compleanno di Drazen Petrovic, sono 4 al termine della sfida i giocatori del Valencia in doppia cifra provenienti da paesi dell’ex Jugoslavia. Il tandem Dubljevic-Marinkovic produce 32 punti (16 a testa), segue il croato Kalinic a 14 e lo sloveno Prepelic a 12.

Immagine in evidenza: sito ufficiale Eurolega

Next Post

Tanto Hackett ma troppo Loyd: il CSKA si arrende anche alla Stella Rossa

Alzi la mano chi avrebbe detto ad inizio stagione che il CSKA Mosca dopo le prime 5 partite avrebbe raccolto solamente due vittorie: chi lo ha fatto o è un grande bugiardo oppure un veggente. I russi così, dopo aver lasciato il passo all’Alba Berlino nel turno precedente, sono stati […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: