Colpo grosso ad Istanbul. Il Bayern beffa il Fener

Lorenzo Lubrano

Un doppio turno da dimenticare per il Fenerbahce, che dopo essersi arreso all’overtime contro il CSKA Mosca nella serata di mercoledì, è stato fermato anche dal Bayern Monaco.

71-75 il risultato finale che andiamo ad analizzare attraverso i nostri classici cinque punti

Dr Jekyll e e Mr. Hyde

Nel lontano 1886, Robert Louis Stevenson produsse questo capolavoro e devo dire che rispecchia perfettamente la serata vissuta dalla squadra turca.

Dopo un primo tempo letteralmente dominato (45-25), nella seconda parte della gara si è vista una squadra spenta ed in molte circostanze anche confusa, con soli 26 punti realizzati in 20′.

Probabilmente il Fener ha pensato di aver già vinto il match, non facendo i conti con coach Andrea Trinchieri, un allenatore che non molla mai.

Il valore di vincere in trasferta

Dopo quattro giornate di Turkish Airlines EuroLeague, il club tedesco ha subito una sconfitta ed ottenuto ben tre successi in fila.

Vincere in trasferta non è una cosa semplice, ma il Bayern Monaco ha dimostrato che non è così impossibile.

Infatti, dopo aver avuto la meglio sul campo dell‘Alba Berlino, gli uomini allenati da coach Trinchieri sono riusciti a beffare il Maccabi Tel Aviv ed il Fenerbahce nel primo doppio turno della stagione e lo hanno fatto appunto lontano dalle cosiddette mure amiche.

Ad inizio settimana nessuno avrebbe pronosticato tutto questo ed invece è proprio questa la bellezza della pallacanestro, dove tutto può succedere.

Insomma, dopo lo Zalgiris Kaunas, al momento l’altra grande sorpresa di quest’Eurolega è appunto la compagine bavarese.

Finalmente Vesely

Era da un po’ di tempo che ci si aspettava una prestazione così convincente dal pivot della Repubblica Ceca, ed ecco che Jan Vesely risponde sul campo con i fatti.

25 punti (12/14 da 2), 8 rimbalzi e 33 di valutazione. Nella prima frazione di gioco fa impazzire la difesa tedesca, chiudendo tanti giochi a due con i suoi compagni, ma la sua prestazione non basta ad evitare il k.o.

Grazie a queste statistiche, il pivot del Fenerbahce sale al settimo posto in classica nel totale di punti realizzati da 2 (894) e arriva ad un totale di 2360 punti segnati, che li permette di superare Sarunas Jasikevicius nella classifica all time di Eurolega.

La serata no di Lorenzo Brown

All’interno di una stagione ricca di partite, è possibile che in alcuni casi ci siano delle serate da dimenticare.

Ed indubbiamente quella di ieri lo è stata per Lorenzo Brown. L’ex Stella Rossa ha realizzato solo due punti ed ha chiuso con 1/4 al tiro in 26′.

Coach Igor Kokoskov crede molto in questo giocatore e siamo certi che il giocatore americano si rifarà nelle prossime sfide, perchè ha tutti presupposti per riscattarsi e soprattutto la fiducia del proprio allenatore.

Tutti a lezione da Andrea Trinchieri

Dopo un primo tempo davvero pessimo, l’allenatore del Bayern Monaco ha saputo toccare le giuste corde negli spogliatoi. Non sappiamo quale siano stati i toni con cui ha ripreso i suoi, ma su una cosa siamo certi è stato efficace ed i frutti li ha raccolti poi sul campo, con ben 50 punti segnati.

Nel post gara commenta così il successo: «Credo che abbiamo mostrato due diverse facce. Nel primo tempo abbiamo giocato davvero male e siamo stati imbarazzanti. Non ci sono scuse. Invece, nel secondo tempo siamo stati fantastici e per questo faccio i complimenti ai miei. Sono davvero molto felice per loro».

Per chi non lo avesse ancora capito, chi vorrà vincere contro la compagine tedesca dovrà sudare le famose sette camice o forse anche di più…

Next Post

Revancha Chacho e Milano mata la maledizione Real

A chiudere il primo doppio turno stagionale, il “rematch” dell’ultima partita Olimpia nella Eurolega scorsa (3 marzo) contro il Real. Milano chiamata al riscatto dopo la sconfitta in Grecia contro l’Olympiakos. Real che invece arriva alla partita dopo un inizio tutt’altro che convincente, nonostante la vittoria interna contro un decimato […]
chacho

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: