Il Barça corre e fatica troppo per battere il Pana

Luca Castellano

Al Palau Blaugrana dopo un inizio orribile, gli uomini di Jasi si fanno sotto a fatica contro il Pana. Decisivo uno straordinario Cory Higgins.

Con paura ma trovando il riscatto. Il primo verdetto del giovedì di doppio turno di Turkish Airlines Euroleague ci regala questo. Una partita non irresistibile tra due squadre alla ricerca di gambe più che motivazioni, che di per sé, due squadre come Barça e Pana ce le hanno sempre avute.

Alla fine per decretare un vincitore della Game of the Night del quarto turno di regular season, ci è voluto un extra-time, che ha visto vincere i padroni di casa del Barça al termine di una gara ricca di spunti.

Eurodevotion, con i suoi 5 punti d’analisi, entra nel vivo della sfida del Palau Blaugrana terminata con il punteggio finale di 97-89.

PRIMO TEMPO BARCA: LAVORI IN CORSO DA ARGINARE SUBITO

Con Dazn al Pc, per chi scrive l’impressione di questo match è semplicemente una: o è questione di paura, o davvero manca l’ossigeno al cervello in casa Barça. Squadra fiacca, che ha bisogno di un tempo intero per rientrare in partita. I parziali (13-18 preoccupante nel primo e un buon 23-17 nel secondo). e il livello di pallacanestro espressa non sono all’altezza dei Blaugrana. Il prolungarsi della partita è sicuramente dovuto a questo, aldilà di preoccupazioni fisiche dovute a fattori esterni ben noti nella nostra vita di tutti i giorni.

MARCUS FOSTER: UN PROFILO TUTTO DA SEGUIRE

La grande sorpresa di questo match è l’apporto della nuova combo-guard dei Greens. Gioca un primo tempo da trascinatore vero e si ritaglia anche qualche highlight della settimana sul canale Youtube della Turkish Airlines Euroleague. In compenso, si fa sempre vedere pronto nel lottare e realizzare quanti più punti possibili. Sarà lui, infatti, il migliore dei suoi: 24 punti e 20 di PIR al Palau Blaugrana sono un bel bigliettino da visita per gli scout dei top clubs.

LA DIFESA: L’ASPETTO CHE HA INCISO SUL MATCH

Di questo match, oltre alle prime due considerazioni fatte in precedenza, si potrebbe parlare di tante cose di questo match. La brutta gestione dei possessi e le conseguenti palle perse, le percentuali d’attacco altalenanti possono andare nel dimenticatoio. L’aspetto che ha inciso in questo match è stata la difesa. La zone-press di Jasi non ha inciso per nulla, anzi ha fatto correre e faticare il Barça come già detto e concesso un extra-time al Pana, che ha lottato e tenuto testa nel giorno tra gli altri della sfida di Nick Calathes contro il suo passato. Siamo all’ inizio, ripetiamo, ma se già si incide a questi livelli ci sarà da divertirsi…

HIGGINS TO DAVIES: CI PENSANO LORO A TIRAR SU LA BARCA….

Come non mai l’assenza di un campione straordinario come Mirotic si vede e si sente. Abrines stecca la sua prima vera partita della stagione, Kuric sbaglia la difesa sull’ultimo e decisivo possesso difensivo. Tutti gli ingredienti per citare i due trascinatori della sfida: Brandon Davies e Cory Higgins. E’ il loro talento cristallino, la loro leadership pura a decidere la sfida. Ben 44 punti combinati dal duo a stelle e strisce contro i Greens di Atene, che specie nell’extra-time, non hanno potuto contenere i due assi blaugrana.

JASIKEVICIUS: 10 MESI COSI’ NON SONO SOSTENIBILI

Oltre tutte le considerazioni cestistiche, ormai una parentesi extra-campo entra di diritto nella nostra analisi. Se il CSKA oltre a vincere ad Istanbul e parla di quanto sia alterata la competizione causa COVID-19, non è da meno Jasi. Il coach dei blaugrana sintetizza perfettamente l’andamento della sfida. “Il Pana gioca bene, anzi benissimo e faccio i miei complimenti più sinceri. Siamo entrati tardi in partita, perché programmiamo più come muoverci e rispettare quello che ci circonda, rispetto a come difendere su un gioco pick-and-roll o aggiustare una zone-press discutibile. Quest’anno sarà folle in queste condizioni: 10 mesi tra Eurolega e Liga ACB vissuti con la paura di perdere in continuazione giocatori e non preparare le partite diventa un incubo non sostenibile”. E come darti torto Jasi….

Next Post

Le parole di Ataman sulla presenza dei tifosi aprono la discussione

Nel dopo gara di Zalgiris vs Efes, a margine di una sconfitta pesante per i turchi e di una prestazione pressoché perfetta dei lituani, Ergin Ataman ha commentato, stimolato dalla stampa locale, la presenza di 5000 tifosi sugli spalti della Zalgiris Arena. «Sicuro che erano solo 5000?» E qui la […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: