I comunicati di Zenit ed Asvel: dal rischio 0-20 alle tempistiche dei test

alberto marzagalia

Alexander Tserkovny, direttore generale dello Zenit (13 casi tra giocatori e staff), ha parlato della situazione della sua squadra alla vigilia del doppio turno, attraverso un comunicato ufficiale apparso sul sito del club.

«Noi vogliamo giocare, ma non possiamo con 6 giocatori. Potremmo aggiungere due giovani, ma non sappiamo se è giusto. Se poi dovessimo riscontrare una positività durante la trasferta in Spagna potremmo essere obbligati a lasciare lì il contagiato per due settimane. I nostri atleti vengono prima di qualsiasi risultato».

«Abbiamo rispettato ogni misura di sicurezza, ma ahimè forse non è bastato».

«Attendiamo la risposta da Eurolega e VTB, cui abbiamo notificato le nostre richieste ieri. Entrambe le leghe hanno regolamenti chiari che valgono per tutti».

Ecco, appunto, se i regolamenti valgono per tutti, arriveranno gli 0-20. E’ giusto? Sempre è giusto applicare le regole e far sì che vengano rispettate. Il problema è se queste regole sono eque. Sportivamente parlando non lo sono ed i risultati di questa competizione sono sin dalla prima giornata figli di un’equità competitiva non garantita. E non si parli, per favore, di trattare le assenze per COVID come infortuni comuni: non è così e non lo sarà mai, stiamo parlando di altro.

Un solo appunto, se i è permesso, allo Zenit, di cui ci piace moltissimo il tono rispettoso del comunicato. Perchè così tante gente a palazzo venerdì sera? Era necessario?

L’Asvel, tanto criticato e discusso in queste ore, ha egualmente rilasciato un comunicato ufficiale in cui ha sostanzialmente chiarito di aver rispettato ogni regola e tempistica dei test previsti dai protocolli di EL e di Elite Pro A, respingendo le accuse. Aggiunge il club transalpino di avere autonomamente aggiunto un livello supplementare di test al fine di aumentare la sicurezza sanitaria, ragion per cui un giocatore è stato tolto dal campo durante la gara di Cholet appena sono arrivati questi risultati aggiuntivi.

(Photo: Twitter @zenitbasket)

Next Post

Il Punto di Toni Cappellari tra De Colo, Dubljevic, Poeta ed i grandi progressi di Riccardo Moraschini

– Shimon Mizrahi, Presidentissimo Maccabi sfiora la vittoria a Mosca con il CSKA, ma di fronte ad un James così la sua squadra si deve arrendere. – Nel derby turco il Fener batte l’Efes. Il francese Nando De Colo domina la partita in lungo ed in largo. Chapeau! – Nel […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: