Lorenzo Brown ed Ulanovas guidano il Fenerbahce alla vittoria sulla Stella Rossa

Lorenzo Lubrano

Tra le mura amiche di una deserta Ulker Arena e fa molto effetto vederla così, il Fenerbahce ottiene la sua prima vittoria nella Turkish Airlines EuroLeague 2020-21 ai danni della Stella Rossa.

77-63 il punteggio finale dell’incontro che andiamo analizzare con i nostri 5 punti.

La difesa dei turchi

Dopo aver chiuso la prima frazione in vantaggio di sole quattro lunghezze (24-20), nel secondo e terzo periodo, gli uomini di coach Igor Kokoskov hanno letteralmente alzato il ritmo difensivo, lasciando agli avversari alcuni tiri allo scadere o costringendoli a numerose palle perse.

Ed infatti grazie ad una solida ed efficace difesa, il Fenerbahce ne ha approfittato per propiziare l’allungo decisivo, toccando anche il massimo vantaggio sul +20 (55-35).

Lorenzo Brown ed Edgaras Ulanovas

Arrivati nel mercato estivo con grande attesa, i due giocatori hanno già dimostrato di essere ben integrati nel sistema di gioco del Fener.

L’ex di giornata chiude con 17 punti (7/9 da 2), davvero devastante nel primo passo e per i suoi avversari c’è stato davvero poco da fare.

Invece, l’ex Zalgiris Kaunas dopo una pioggia di canestri dai 6.75 realizzati nei primi 20′, nel secondo tempo mostra a tutti come si gioca in post basso e fa quello che vuole, mettendone a referto 13.

Le palle perse

Un dato che accumuna le due squadre lo troviamo nelle diverse palle gettate come si suol dire al vento.

C’è anche da dire che poi sei mesi di stop, è normale che ci sia qualche sbavatura.

I padroni di casa hanno chiuso con 13 palle perse, mentre gli avversari con ben 18.

Igor Kokoskov

Queste il commento nel post partita dell’allenatore serbo: «È sempre una bella sensazione vincere una partita, soprattutto senza giocare per sei mesi. Ci mancano i tifosi, ci manca quell’energia e tutti quelli che vengono in quest’arena sanno quanto significano i tifosi per questa squadra.

Abbiamo ancora tante cose da migliorare, ma sono soddisfatto dell’approccio alla gara. Sapevamo che stavamo giocando contro una squadra tosta che gioca insieme, con molto contatto ed energia, ma abbiamo pareggiato la loro energia e quella è stata una chiave. Stiamo provando a giocare con una panchina lunga, con l’obiettivo di coinvolgere tutti. Purtroppo stasera ho dovuto fare rotazioni corte perchè i ragazzi erano stanchi.

Dobbiamo semplificare il nostro attacco e gestire meglio la gara. Limitare le nostre palle perse sarà qualcosa su cui dobbiamo lavorare. Lorenzo Brown è un pezzo enorme della nostra squadra, un grande acquisto. È in un buon posto ed è felice di far parte della famiglia Fenerbahce. Le nostre aspettative sono molto alte e possiamo chiedere ancora di più da lui».

Sasa Obradovic

Analizza così la sconfitta l’allenatore della Stella Rossa: «Complimenti ai nostri avversari perché hanno meritato di vincere. Abbiamo giocato con troppa frenesia e con troppo nervosismo. Infatti, questo ci ha portato a perdere numerosi palloni. Per alcuni giocatori era il loro debutto in Eurolega e quindi erano un po’ sotto pressione, ma con il tempo mi aspetto che giochino in maniera totalmente differente».

Next Post

Il Panathinaikos batte in volata il Khimki

Colpo esterno del Panathinaikos. Il Khimki si arrende 76-78.

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: