Umberto Gandini: Vogliamo che diventi un campionato di destinazione

Lorenzo Lubrano

Dopo la vittoria dell’Eurosport Supercoppa 2020 da parte dell’AX Armani Exchange Milano, nel weekend finalmente ricomincia il campionato dopo lo stop di marzo a causa del Covid-19.

Infatti, nella giornata di ieri è stato presentato il 99° campionato italiano di basket che festeggia il cinquantenario dalla nascita della Lega.

Attraverso 5 punti vi raccontiamo quali saranno le principali novità dell’annata 2020-21

Le parole in apertura del Presidente Umberto Gandini

«Ripartire con l’Eurosport Supercoppa è stato molto importante perchè ha dato un segnale a noi e alle altre federazioni nazionali. Si è svolto tutto in totale sicurezza, abbiamo giocato su tutti i campi permettendo che si tornasse a parlare di basket giocato tutti i giorni dal 27 agosto, chiudendo poi con le Final Four di Bologna, un grande evento e con la miglior finale possibile: AX Armani Exchange Milano vs Virtus Segafredo Bologna.

La pallacanestro fa parte del DNA italiano ed ha un ruolo importante all’interno della nostra società. Vogliamo diventi sempre più rilevante. E’ un campionato che parte con tanto entusiasmo, nel rispetto di tutte le regole che ci sono da osservare».

Queste il primo commento del Presidente di LBA Umberto Gandini, che si è detto soddisfatto di come è andata la prima manifestazione della stagione 2020-21 e che è pronto per il suo primo campionato.

«Nonostante la difficile situazione che il nostro paese sta affrontando, c’è stato un grande sforzo da parte di tutte le società, che meritano un plauso per i sacrifici fatti in estate.

Ora inizia il campionato, che sarà di alto livello con squadre che si sono ben attrezzate e che hanno dimostrato di poter resistere nella massima categoria strutturandosi professionalmente». Continua così Umberto Gandini, che sottolinea il grande lavoro svolto dai presidenti delle 16 squadre.

Lo scudetto 2020-21

Tra le diverse novità di giornata, indubbiamente non si può non parlare della creazione di un nuovo trofeo, progettato dal visual designer Paolo Guidobono, cofondatore di Foolbite, e realizzato da GDE Bertoni, leader nel settore, guidato da Valentina Losa.

«Appena sono diventato Presidente di Lega – racconta Gandini- ho notato la mancanza di un trofeo unico ed esclusivo, in grado di rappresentare un carattere distintivo del nostro campionato e per chi se lo aggiudica e questo è diventato un obiettivo da raggiungere.

Sul basamento sono incisi tutti i club che hanno vinto lo scudetto ed ogni anno verrà inciso il nuovo campione. Rappresenterà la storia del campionato. Ogni anno la coppa, invece, verrà incisa e consegnata sul campo, rimanendo in perpetuo alla squadra campione».

Il Title Sponsor e l’accordo con Infront

Per le prossime tre stagioni UnispolSai Assicurazioni sarà il Title Sponsor del campionato di LBA.

«Con grande orgoglio e soddisfazione accogliamo UnipolSai all’interno della grande famiglia del basket. Abbiamo lavorato con determinazione per trovare questo accordo e siamo davvero molto felici di aver sottoscritto con loro questo contratto». Così Umberto Gandini sulla nuova partnership con UnipolSai

Oltre al Title Sponsor, la LBA è riuscita a siglare un accordo anche con Infront, che si occuperà della ricerca sponsor e della loro gestione sia a livello di Lega, sia degli eventi organizzati sul territorio nazionale, come il Campionato di Serie A nelle fasi di ‘Regular Season’ e ‘Play Off’, Coppa Italia nel format della ‘Final Eight’, Supercoppa Italiana e NextGen Cup, oltre ad attività e iniziative anche di carattere non agonistico che siano direttamente ed esclusivamente gestite da LBA.

Infront sarà anche responsabile dell’investimento per e della realizzazione di un progetto di valorizzazione dei canali digitali di LBA, attraverso un piano di sviluppo creativo di post-produzione e di piattaforma di archivio, volto alla promozione di contenuti che siano di interesse per il pubblico di riferimento della pallacanestro e non.

«L’accordo con Infront rappresenta una svolta per il basket di vertice afferma e ha come obiettivo quello di ampliare sempre di più la piattaforma degli interessati al nostro campionato, rafforzando il legame con chi già ci segue e raggiungendo nuovi utenti.

Un traguardo che solo una programmazione a medio e lungo termine è in grado di assicurare e grazie a Infront, con questa partnership strategica, sono sicuro che raggiungeremo i risultati che ci siamo prefissati». Il commento del Presidente di LBA

Insomma, due importanti novità per far crescere il movimento. Sarà la volta buona? Chissà lo scopriremo in corso d’opera.

Il tema caldo: i tifosi

Tra i diversi temi affrontati nelle conferenza stampa, quello del pubblico è certamente stato l’argomento con più rilievo, visto che i tifosi sono molto preziosi per i ricavi dei club.

«La nostra interlocuzione con il governo è continua. Noi abbiamo già riaperto al pubblico, giocando in sicurezza la Supercoppa. Abbiamo avuto una fortissima spinta dal presidente Bonaccini, che in queste ore sta discutendo e porterà all’attenzione dei ministeri un protocollo per la riapertura degli impianti in una percentuali che ci attendiamo attorno al 25%.

Il Governo si è impegnato a farla diventare norma nazionale. Ci auguriamo avvenga a stretto giro, visto che l’attuale decreto scade il 7 ottobre, e che possa comunque esserci già un po’ di pubblico dalla prima giornata, con le ordinanze regionali». Afferma Gandini sul discorso legato ai tifosi

Gli obiettivi

Quando si comincia una nuova avventura ci sono sempre degli obiettivi da raggiungere ed il Presidente Umberto Gandini ha già le idee molto chiare su questo: «La riapertura dei palazzi al pubblico in primis; dev’essere fatto con prudenza ma è un dovere e ci piacerebbe che quei luoghi fatti di storia e prestigio tornassero a essere dei salotti sportivi.

Poi c’è il prodotto, inteso come qualità della pallacanestro giocata; e mi sembra già dimostrato quanto le società abbiano investito in un momento così complesso.

Vogliamo poi tornare a essere un campionato di destinazione e non di passaggio: dove i grandi giocatori vengano consapevoli che giocare in Italia significhi aver raggiunto un certo livello nella carriera e infine una presenza sempre più marcata nella comunicazione, che non sia solo per gli stretti appassionati». Chiude così Umberto Gandini, che ha tante ambizioni e che vuole davvero dare una svolta a questo meraviglioso sport.

Il campionato di LBA 2020-21 è ai nastri di partenza e qualche cambiamento è stato già messo in atto, ma se si vuole fare il salto di qualità e crescere ulteriormente c’è ancora tanto lavoro da svolgere fuori dal campo, come ha giustamente detto l’ex dirigente di Milan e Roma.

Foto: LBA

Next Post

Nei successi di Barça e Baskonia brillano le stelle di Abrines e Giedraitis

In campo la Liga Endesa con impegni per due squadre di Eurolega. Il BARCELLONA ha vinto sul campo di Malaga col punteggio di 79-70. 24 di Mirotic e 21 di Abrines, sempre più convincente e vicino ai livelli del suo pre NBA. Rimonta blaugrana dopo il 32-38 di metà gara. […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: