Euroleague Power Ranking: l’aggiornamento di Eurodevotion

Abbiamo atteso la disputa dei due tornei “We’re Back Preseason Tour” nonché la disputa della Supercoppa spagnola: ora possiamo giornate il nostro “Euroleague Power Ranking”, alla penultima uscita prima di quello che precederà tra poco più di 10 giorni, l’avvio della competizione.

Tante, significative, novità.

1 – CSKA (1)

Preseason tranquilla, pochi intoppi, resta la squadra da battere. Il recupero di Will Clyburn, che pare procedere alla perfezione, è la motivazione principale.

2 – EFES (3)

Guadagna una posizione perché sta semplicemente proseguendo il lavoro straordinario della scorsa stagione.

3 – REAL MADRID (4)

Sorpassa il Barça perchè la vittoria in Supercoppa è dimostrazione di continuità ad alto livello che i catalani devono ancora dimostrare. Certo, oggi Campazzo c’è, domani?

4 – BARCELLONA (2)

Perde due posti, ma è sempre eccellenza. La sconfitta con Real però pesa, come detto da Jasikevicius.

5 – MACCABI (5)

Rimane la miglior alternativa alle prime quattro, per quello che ha fatto la stagione scorsa, per l’arrivo di Ante Zizic e per quanto potrebbe ancora aggiungere, tra il rinnovo di Quincy Acy ed il monitoraggio della situazione che riguarda TJ Leaf.

6 – OLIMPIA MILANO (7)

Dominante in patria, lo conferma nel torneo di Kaunas. E’ la più avanti di tutte. Perchè ha iniziato prestissimo (troppo?), perchè Messina ha le idee chiarissime e perchè… è semplicemente una buonissima squadra.

7 – VALENCIA (11)

Salto in alto di 4 posizioni. Troppe? Desta grandissima impressione nel torneo della Fonteta nonostante due assenze pesanti come Prepelic e Marinkovic ed una condizione tutta da trovare per Derrick Williams. Mike Tobey da dominatore silenzioso.

8 – KHIMKI (6)

Squadra ottima, l’aggiunta di Errick Mc Collum è tanta roba, ma l’impossibilità di schierarsi sinora con un roster appena appena vicino a quello possibile ne fa un’incognita. Di qualità, però.

9 – ZENIT (10)

Guadagna un posto perchè seppur con rotazioni non ampie ha giocato diverse gare molto intense. Resta il dubbio di un Gudaitis troppo solo.

10 – FENERBAHCE (9)

Allenamenti intensi, lavoro molto scrupoloso, Kokoskov in pieno controllo. Il paso falso con il Pinar pesa, sebbene sia preseason. Rimane di grande interesse e pronta a lottare per un posto al sole.

11 – OLYMPIACOS (8)

Il gambero di questo ranking. Palesa qualche problema di troppo in 5 quarti degli 8 giocati a Valencia. Tanti giocatori nuovi possono voler dire necessità di tempo maggiore per stabilizzarsi. Nel frattempo basta Sloukas col Bayern, ma più su?

12 – BASKONIA (12)

Stabile, credibile, perfettamente sotto il controllo di Ivanovic. Sarà pessimo cliente per tante. Giedraitis cresce continuamente.

13 – STELLA ROSSA (14)

La separazione da Nnoko ha fatto pensare, serviva subito mercato ed è arrivato Emanuel Terry (interessante). Il “backcourt” è di qualità notevole. Nel basket di oggi non è poco.

14 – PANATHINAIKOS (13)

Nedovic pare quello buono, ma nel complesso manca qualcosa soprattutto vicino al ferro. Il ritorno di Vougioukas è buona mossa riparatrice.

15 – ASVEL (17)

Fisica, atletica, ben organizzata: la prima impressione della quadra di TJ Parker è buonissima. Allerik Freeman potrebbe sorprendere tanti.

16 – ZALGIRIS (15)

C’è entusiasmo, passione e competenza nel club. La pallacanestro di Schiller potrebbe necessitare di un po’ di tempo, ma non ci stupiremmo di trovarlo più in alto.

17 – ALBA BERLINO (18)

Sembra avere più qualità dei rivali bavaresi, ma il cielo sopra Berlino è solo poco più limpido di quello sopra Monaco.

18 – BAYERN (16)

Impressione poco positiva quella lasciata a Valencia, oltre a qualche altra uscita non certo da ricordare (vedi asfaltata dal Cedevita). Sembra mancare di qualità per un livello maggiore. Urge Trinchieri in vena di miracoli.

Next Post

Raffica di Eurolega, tra mercato e preseason

Giornata intensa quella di ieri, tra impegni sul campo e mosse di mercato. IAN VOUGIOUKAS, 35 enne centro che si era separato dal Panathinaikos a metà luglio, per il grande stupore di Rick Pitino che non mancò di farlo notare, dovrebbe tornare in “green” per un’altra stagione. Lo riporta Eurohoops. […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: