Eurosport Supercoppa 2020: L’Olimpia fa 6/6. Reggio Emilia e Brindisi vincono all’ultimo respiro

Per quanto riguarda l’Eurosport Supercoppa 2020, ieri si sono disputate cinque partite.

Nel girone A, l’AX Armani Exchange Milano vince anche contro l’Openjobmetis Varese, chiudendo così a punteggio pieno con sei successi consecutivi.

Nella sfida tra la Germani Brescia e l’Acqua San Bernardo Cantù, ad avere la meglio è stata la compagine bresciana, che solo nell’ultimo periodo è riuscita a trovare un paio di giocate decisive per la vittoria finale.

Nel gruppo B, L’UNAHOTELS Reggio Emilia beffa la Fortitudo Bologna dopo un’overtime (93-95), grazie alla tripla realizzata da Kyzlink sulla sirena.

Infine, nel girone D la Happy Casa Brindisi vince all’ultimo respiro contro la Dinamo Sassari e la Carpegna Prosciutto Pesaro dilaga senza troppe difficoltà contro la Virtus Roma.

Attraverso i nostri cinque punti andiamo ad analizzare le seguenti gare.

La panchina di Milano

Nonostante le assenze di Sergio Rodriguez, Vlado Micov e Kyle Hines, l’Olimpia Milano produce ben 91 punti, sintomo che questa squadra ha davvero tanto talento a propria disposizione.

Dopo un primo tempo molto equilibrato, i milanesi sono rientrati dagli spogliatoi con una faccia completamente diversa, riuscendo ad allungare nel punteggio.

L’aspetto che ieri ha davvero fatto la differenza, sono stati i 50 punti prodotti da coloro che sono partiti dalla panchine e lo stesso coach Ettore Messina ha voluto sottolineare questa cosa nel dopo partita: «E’ stato un bel segnale, in una giornata in cui si sono fatti trovare pronti, e così abbiamo portato a casa un’alate buona vittoria. Sono contento. Adesso andiamo a Kaunas e lì cominceremo a conoscere un po’ il clima di EuroLeague». 

Infatti, nel weekend Milano è impegnata nel torneo di Kaunas organizzato dalla Turkish Airlines EuroLeague, dove sfiderà l’Alba Berlino alle ore 15 di sabato. 

Martedì alle ore 12.00 scoprirà quale sarà la sua avversaria nel semifinale dell’Eurosport Supercoppa 2020. 

Oltre le assenze

Tra le mura amiche del PalaLeonesa, la Germani Brescia conquista la sua terza vittoria in Supercoppa e lo fa ai danni di una Cantù, che fino all’ultimo ha dato filo da torcere alla compagine bresciana.

In attesa di avere a disposizione anche Cline e Ristic, coach Vincenzo Esposito si gode i 20 punti di Kenny Chery, i 15 di Andrew Crawford e i 12 di Christian Burns. 

Per un allenatore non è semplice fare a meno del 4 e del 5 titolare, ma coach Esposito ha saputo trovare le giuste alternative. Siamo solo all’inizio, ma se la Leonessa è questa allora ci sarà da divertirsi e vincere contro Brescia non sarà così semplice.

D’Angelo Harrison e Marco Spissu

Dopo aver perso di misura nella gara d’andata (91-89), la Happy Casa Brindisi ottiene un successo in volata contro la Dinamo Sassari.

Il punteggio finale è 96-95 per i ragazzi di coach Frank Vitucci. Da sottolineare ancora una volta la grande prestazione di D’Angelo Harrison (21 punti i 28’). La guardia classe 1993 arrivata a Brindisi nel mercato estivo, sta già dimostrando tutto il suo valore.

Nonostante il k.o, in casa Sassari non si può non parlare di Marco Spissu. Dopo essere stata la scommessa vincente dello scorso anno di coach Gianmarco Pozzecco, il playmaker sardo ha iniziato davvero alla grande questa stagione. Anche ieri ha chiuso in doppia cifra con 22 punti (57.1% da 2, 57.1 % da 3 e 66.7% dalla lunetta). 

La vendetta dell’ex 

Dopo essere stato esonerato in estate dalla Fortitudo Bologna, coach Antimo Martino è stato scelto dalla UNIHOTELS Reggio Emilia ed il destino ha voluto che già in Supercoppa queste due squadre si sarebbero sfidate.

Nelle due partite che si sono disputate ad avere la meglio in entrambi le occasioni è stata proprio la compagine biancorossa.

Ieri sera a rendere ancora più speciale il successo ci ha pensato Kyzlink, che con una tripla allo scadere ha regalato ai suoi una vittoria preziosissima che permette a Reggio Emilia di rimanere in corsa per le F4. 

Infatti, domenica ci sarà il match decisivo con la Virtus Bologna per decretare chi conquisterà il pass per la fase successiva.

Pesaro show

Complice la sconfitta di Sassari contro Brindisi, la Carpegna Prosciutto Pesaro raggiunge a quota 6 punti la squadra sarda ed ora nelle prossime due sfide si gioca tutto.

Dopo aver passeggiato nella gara d’andata, anche in quella di ritorno non ha avuto troppi problemi ad imporsi sulla Virtus Roma (56-89). 

Gli uomini di Repesa hanno difeso bene ed in particolare modo lo hanno fatto nella seconda e nella quarta frazione, dove hanno subito solo 21 punti in totale.

Siamo solo a settembre, ma a Pesaro sembra già che si respiri un’aria totalmente differente rispetto alle ultime stagioni.

Foto: Eurosport.it

One thought on “Eurosport Supercoppa 2020: L’Olimpia fa 6/6. Reggio Emilia e Brindisi vincono all’ultimo respiro

  1. La cosa bella di queste partite, ufficiali, ma senza nulla di agonistico in palio, tranne ovviamente la solita voglia di vincere dei campioni, è che Moretti può giocare i suoi 13 minuti in tranquillità, pur annaspando in difesa, andando a sbattere sui suoi compagni e ostacolando un paio di volte il rientro di Leday per non sapere che sarebbe logicamente passato da lì.
    La cosa bella è che sia lui che Messina hanno avuto l’agio di aspettare che la partita andasse da lui, e lui ti fa le sue tre triple senza pecca, chiude a 11 punti in una prestazione direi alla Roll.
    Solo che Morettino ha davanti una carriera intera.

    Sono partite che Moraschini può prendere confidenza col suo ruolo di creatore di gioco, e lo fa sforzandosi a ogni partita, a ogni minuto in campo, di attaccare dal palleggio per creare vantaggi ai compagni, come vede fare alle stelle con cui si allena e che vede giocare. Ottimo.

    Sono partite che Tarczewski difende molto bene, anche un volpone come Scola, e fa zero falli.
    Zero falli? Chi, Tarczewski? Sì, Tarczewski!

Next Post

5 Sfumature di... Olimpia | La Supercoppa, il torneo di Kaunas e...

Appuntamento particolare con le nostre “5 Sfumature di Eurolega” dedicato al percorso netto milanese nei primi sei appuntamenti ufficiali della stagione. Istruzioni per l’uso: chiamatela pure Supercoppa, ma agosto e la prima decade di settembre è e resta preseason. Con l’aggravante, per chi prova a valutare qualche elemento (di analisi […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: