5 sfumature di Eurolega | La necessità del dialogo tra Eurolega e FIBA

Un raggio di sole nel nome del talento e tante decisioni da cui dipende il futuro del gioco. A quasi tutti i livelli.

  • Tristan Vukcevic, 17enne ala grande figlio di quel Dusan che ricordiamo sia a Milano che a Bologna tra il 2005 ed il 2010, ha rappresentato la sensazione più intensa nella seconda uscita stagionale del Real Madrid. Quei 7 punti nel secondo quarto hanno subito fatto pensare a quanto sia sempre florida la “cantera” madridista.
  • Eurolega ha mandato una bozza di linee guida ai club. Ovvio che vi sia grande preoccupazione e che gestire quasi mezzo contenente sia difficilissimo, se non impossibile. Anche perchè cercare un corridoio preferenziale non può essere tema che riguarda solo il basket.
  • La nuova figura del “manager per il coronavirus” è figlia di questi tempi bui. Avrà responsabilità inimmaginabili.
  • Il problema più reale è rappresentato dai viaggi. Lo abbiamo già detto, la “bolla” è più vicina di quanto si possa pensare. Ed allora…
  • Eurolega e FIBA, non è il caso di sedersi attorno ad un tavolo, coinvolgendo le leghe nazionali e ragionare su come portare avanti al stagione fino a gennaio? Da una prosecuzione della guerra rimarrebbero solo macerie. Nazionali ed europee.

Poi ci sarebbe il tema del pubblico… Ne parleremo nei prossimi giorni.

Next Post

Daye ed Henry guidano Venezia e Trieste al successo

Nella serata di ieri si sono disputate solo due partite, valide per la 2° giornata del girone C. Nella gara delle ore 18.00 tra la De’Longhi Treviso e l’Allianz Pallacanestro Trieste, ad avere la meglio è stata la squadra di coach Dalmasson che ha espugnato il Palaverde con il punteggio […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: