Il mercato delle 18 squadre di Eurolega (pt 2)

Seconda parte del nostro report sulla situazione di mercato delle 18 protagoniste di Tuskish Airlines Euroleague.

Sotto la lente di ingrandimento oggi ALBA BERLINO, REAL MADRID, OLIMPIA MILANO, BAYERN, ASVEL e PANATHINAIKOS.

ALBA BERLINO

Primi movimenti negli ultimi giorni con gli arrivi di Simone Fontecchio, Ben Lammers e Louis Olinde, tutti con contratto triennale.

Perdite notevoli quelle registrate sinora: Rokas Giedraitis (Baskonia), Landry Nnoko (Stella Rossa) Martin Hermannsson (Valencia) e Makaj Mason (Manresa), sempre in attesa di capire se Aito Gracia Reneses sarà ancora il Coach.

I free agent sono Tyler Cavanaugh, Tim Schneider, Stefan Peno e Kenneth Ogbe.

Serve un po’ di tutto, ma soprattutto una guardia importante. Luke Sikma, che piace a mezza Eurolega, a partire dall’ambiziosissimo Zenit, rimarrà?

REAL MADRID

Praticamente fatta per Ante Zizic, così come è pressoché certa la partenza di Jordan Mickey (Khimki), si era vociferato di un addio a Jeffery Taylor e Fabien Causeur, nonostante i contratti in essere. Il primo rimarrà, mentre vanno ancora zittite le voci sul francese.

Nicolas Laprovittola sfoglia la margherita, dato in uscita, poi no e poi comunque seguito da tante squadre, tra le ultime Panathinaikos e Baskonia. Intanto il ritorno di Carlos Alocen è certezza ed intriga assai.

Ma la chiave di tutto è Facundo Campazzo, per cui potrebbero aprirsi le porte della NBA (San Antonio, Dallas, Denver e Minnesota). Facu sì o Facu no cambia tutto ed allora Kostas Sloukas potrebbe essere il rimpiazzo ideale.

Voci NBA anche su Gabriel Deck, mentre Alberto Abalde dovrebbe essere un “blancos” dopo aver sborsato 1,5mln al Valencia.

In sostanza, coperto il ruolo di centro, ulteriori necessità si verificheranno solo e soltanto se dovessero partire giocatori verso la NBA.

OLIMPIA MILANO

Mercato di lusso completato con l’arrivo di Zach LeDay. Ora ci sono almeno una dozzina di giocatori che possono far bene a livello di Eurolega e praticamente ogni ruolo ha tre opzioni.

Malcolm Delaney, Kevin Punter, Davide Moretti, Kyle Hines, Gigi Datome, Shavon Shields ed appunto Zach LeDay. Se non è lusso questo…

Rinnovati Jeff Brooks e Kaleb Tarczewski, la rivoluzione messiniana ha travolto, giustamente, Nemanja Nedovic, Amedeo Della Valle, Luis Scola, Christian Burns, Drew Crawford e Kiefer Sykes. Più discusso l’addio di Arturas Gudaitis.

Ora serve solo allenarsi bene ed un lungo “training camp” è l’ideale per una pallacanestro dal quoziente intellettivo molto alto come quella di Messina.

FC BAYERN

La ricostruzione parte da Andrea Trinchieri, nuovo Coach per cui manca solo l’ufficialità che arriverà a breve.

Mercato che deve ancora iniziare, se è vero che sotto contratto, attualmente, ci sono 12 giocatori ma alcune posizioni chiave sono tutte da vedere.

Rientrati Robin Amaize e Marvin Ogunsipe dai prestiti, i “free agent” sono parecchi. Perso Danilo Barthel, direzione Fenerbahçe, anche Maodo Lo, Josh Huestis, Greg Monroe e Mathias Lessort sono senza contratto.

Due pezzi grossi come Vladimir Lucic e Nihad Dedovic piacciono parecchio in giro per la lega, mentre sarà interessante valutare Sasha Grant, talento italiano aggregato definitivamente alla prima squadra.

Sostanzialmente servono sicuramente 2/3 profili tra ala grande e centro, più una guardia di livello se si vuole ambire a riprenderei quel ruolo competitivo smarrito nell’ultima stagione.

Non sarà facile, ma aspettiamo qualcosa di particolare e decisamente geniale, perfettamente in linea con la pallacanestro di Andrea Trinchieri, uno che ha idee che gli altri nemmeno immaginano.

LDLC ASVEL VILLEURBANNE

Francesi attivissimi, sia in entrata che in uscita.

Rivoluzione tecnica con la promozione di TJ Parker, “il fratello”, in panchina al posto di Zvezdan Mitrovic.

Via Tonye Jekiri (Baskonia), Charles Galliou (Dijon), Jordan Taylor (Hokkaido) e Livio Jean Charles (Olympiacos), mentre sono free agent Adreain Payne e Davion Berry.

4 rinnovi: Guerschon Yabusele (2021), Ismael Bako (2022), David Lighty (2024) e Matthew Strazel (2025).

I nuovi arrivi sono parecchi. Moustapha Fall, Kevarrius Hayes e Allerik Freeman con contratti annuali. Norris Cole e Matthew Marsch (centro inglese di 211cm del 2002) biennali, mentre Paul Lacombe ha siglato un quadriennale.

Già sotto contratto e confermati Antoine Diot, Theo Maledon (NBA?), Charles Kahudi, Rihards Lomasz ed Amine Noua.

Squadra sostanzialmente fatta, potrebbe muoversi solo per occasioni particolari

PANATHINAIKOS

Due firme ufficiali sinora, entrambe annuali : Nemanja Nedovic, e coach George Vovoras.

Serve praticamente di tutto al momento, vista la partenza di Nick Calathes e la “free agency” che riguarda Tyrese Rice, Ian Vougioukas, Wesley Johnson, Ioannis Athiniaou, Jacob Wiley, Nikos Pappas ed Andy Rautins. La maggior parte di questi atleti non vestirà “green”.

Difficile rivedere ad Oaka anche Deshaun Thomas, mentre la proposta a Jimmer Fredette è sostanzialmente di trovarsi un altro club alle cifre attuali, mentre potrebbe rimanere solo con un severo taglio del salario.

In sostanza sotto contratto e certi della permanenza ci sono Ioannis Papapetrou, Kostas Mitoglou, Ben Bentil, Georgios Papagiannis e Georgios Kalaitzakis, oltre al nuovo arrivo Nedovic. Con tutto il rispetto, un po’ poco per un club come il Pana.

E’ un mercato tutto da costruire, ma su quali basi e disponibilità finanziarie? Questa è la grande domanda sul futuro.

Next Post

Toko Shengelia risponde alla Presidente della Georgia

La firma sul triennale che legherà Tornike Shengelia al Cska ha scatenato la pesante reazione della Presidente georgiana, Salomè Zurabishvili, decisamente critica nel dichiarare «inaccettabile che il capitano della nazionale firmi per il Cska». Senza minimamente interessarci ai motivi che hanno portato a quelle parole, restando ben lontani dalla politica, […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: