MVP Final Four: Will Clyburn, il trionfo e la ‘caduta’

enricolongo16

Will Clyburn ha vinto il premio di MVP delle Final Four dell’ultima edizione, nel 2019. Dopo la cavalcata, la fortuna non lo ha assistito e ha dovuto guardare da bordo campo i compagni, per quasi tutta l’ultima stagione.

Will Clyburn ha ottenuto il riconoscimento di MVP delle Final Four 2019, l’emergenza sanitaria ha costretto la chiusura anzitempo dei giochi, e così l’ala del CSKA è ancora “campione in carica”.

Il prestigioso titolo è arrivato al termine di un percorso di altissimo livello. Si è osservata una costante crescita del giocatore nato a Detroit, cresciuto cestisticamente negli Stati Uniti.

Dopo quel traguardo, la fortuna non è compagna di viaggio.

Il 25 ottobre 2019, a pochi mesi dal trionfo Eurolega alzato e dal trofeo di MVP messo in bacheca, in occasione di Alba Berlino-CSKA Mosca, lanciato in contropiede, subisce un grave infortunio. Mancano poco più di due minuti alla fine del secondo quarto. È in quel preciso istante che termina la sua stagione. Arrivano poi esito e conferma: rottura del crociato anteriore del ginocchio destro.

Se la stagione 2019-20 è da dimenticare, quella precedente è da incorniciare. Da prendere come punto di riferimento per ripartire.

In regular season ha superato la doppia cifra per punti realizzati ben 23 volte su 29 partite disputate. È inoltre andato oltre i 10 punti per 15 partite consecutive (13.7 di media).

Numeri interessanti li ha fatti registrare anche alla voce rimbalzi, catturandone più di 7 ad allacciata di scarpe.

Nella stagione regolare 2018-19 è risultato il giocatore con più rimbalzi difensivi catturati (151) e il secondo per numero di falli subiti (135, quasi 5 a serata).

Alle Final Four di Vitoria, alla Fernando Buesa Arena, Clyburn non commette errori quanto conta.

Nella semifinale con il Real Madrid, il suo CSKA è autore di una sontuosa rimonta. I canestri del pareggio (80-80), dopo essere stati sotto anche di 9 lunghezze, li sigla proprio Will.

Al termine della partita, vinta dai russi 95-90, è il terzo marcatore dei suoi, alle spalle di Rodriguez e De Colo (23), con 18 punti.

La semifinale viene disputata il 17 maggio 2019, il giorno del suo 29° compleanno. Regalarsi la finale della massima competizione europea è un privilegio di pochi.

Due giorni dopo, il risultato non cambia, ma a variare è l’”ordine degli addendi”. Clyburn, a braccetto con Higgins (20), è il top scorer della squadra allenata da Itoudis. Non sono sufficienti per l’Efes i 29 punti di uno straripante Shane Larkin.

Da quel maggio 2019, sembra passata una vita. Ci auguriamo di poter vedere presto Will Clyburn decisivo sul parquet.

Immagini: sito ufficiale Eurolega

Next Post

Weekend di mercato, è tempo di ufficialità

Prosegue senza sosta la calda estate di un mercato che avrebbe dovuto essere assai condizionato dalla pandemìa ma che, in effetti, sembra risentirne abbastanza poco. Nel dettaglio, le principali operazioni chiuse in questi giorni, insieme a qualche trattativa in dirittura d’arrivo. Il FENERBAHCE, segnatamente Maurizio Gherardini, sta costruendo un roster […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: