Pallacanestro Brescia, Mauro Ferrari: cercheremo di dare fastidio alle grandi. Esposito? il miglior coach del campionato

Sono passati esattamente undici lunghi anni dalla nascita ufficiale del Basket Brescia Leonessa, quando Graziella Bragaglio e Matteo Bonetti decisero di avviare questa bellissima avventura.

Anno dopo dopo, sacrifico dopo sacrificio nel 2016 sono riusciti ad ottenere la promozione in A1.

In questi quattro anni le soddisfazioni sono state davvero tante, ma anche qualche piccolo rimpianto c’è, su tutti la finale persa in Coppa Italia a Firenze contro la Fiat Torino.

Nella vita a volte succedono cose inaspettate e ci sono occasioni che non si possono perdere, per questo motivo Graziella Bragaglio e Matteo Bonetti hanno deciso di cedere il titolo a Mauro Ferrari, amministratore delegato di Germani SPA, title sponsor di Brescia.

In una location molto affascinante come quella di Palazzo Loggia ed in modo particolare nel salone Vanvitelliano, è stato presentato ieri il “nuovo” progetto con denominazione Pallacanestro Brescia SRL.

Una scelta ben precisa, ovvero di far crescere ancora di più questa disciplina in città e di raggiungere obiettivi ancora più ambiziosi.

«Sono molto emozionata. Per noi il mese di luglio è molto significativo, perché proprio nel luglio del 2009 prendeva vita il progetto Basket Brescia Leonessa. Invece, oggi (ieri ndr) siamo qui per presentare la Pallacanestro Brescia SRL, che è una continuità di ciò che c’era già. Non è semplice investire nello sport, per farlo c’è bisogno di tanta passione. Nel corso degli anni si è creato un forte legame con la famiglia Ferrari, che in questi anni è sempre stata al fianco della squadra con passione ed entusiasmo e ha supportato il nostro progetto ambizioso rivolto alle comunità locali e all’intera zona di Brescia. Questo matrimonio era assolutamente necessario. L’ingresso della famiglia Ferrari è un pilastro importante. Con la promozione in Serie A nel 2016, siamo riusciti a riportare il grande basket a Brescia e abbiamo raggiunto una serie di risultati significativi. Abbiamo coinvolto e riunito un numero crescente di persone e di appassionati di tutte le età, avvicinando tanti bambini a uno sport di squadra come la pallacanestro, che si fonda su valori fondamentali come l’importanza di fare gruppo e di lavorare insieme per raggiungere un obiettivo comune. È arrivata l’ora di puntare a traguardi ancora più prestigiosi e siamo sicuri che la sinergia con la famiglia Ferrari, ed in particolar modo con Mauro Ferrari, possa permettere alla società di fare un ulteriore salto di qualità, per continuare a rappresentare un punto di riferimento importante per tutto il territorio» commenta Graziella Bragaglio, che rimarrà Presidente.

«Anche io sono emozionato, perché oggi è un giorno storico. Ringrazio il sindaco Del Bono, tutte le istituzioni, i giornalisti. Ringrazio anche il presidente federale, Gianni Petrucci. Sono passati 4 anni dal mio coinvolgimento nel mondo del basket e siamo qui per presentare un progetto nuovo, che rappresenta una novità per tutti, soprattutto per la mia famiglia. Non è un prodotto che deve dare visibilità alla mia famiglia e alla mia azienda perchè non ne abbiamo bisogno. E’ un prodotto per i nostri giovani. Mancano ancora due giocatori, ma abbiamo la fortuna di avere con noi coach Esposito. Non ho alcun dubbio su come andrà la stagione e cercheremo di dare fastidio ai grandi. Ringrazio Graziella Bragaglio e Matteo Bonetti per la disponibilità che ha consentito di raggiungere un obiettivo importante per lo sport, per tutta la città di Brescia e per i nostri tifosi. E ora, coach Esposito, ti auguro di raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati con la nostra squadra». Queste le parole di Mauro Ferrari.

«Innanzitutto ringrazio il Sindaco Emilio Del Bono, perchè è grazie a lui che siamo riusciti a creare il PalaLeonessa. In questi anni ci siamo tolti tante soddisfazioni ed eguagliato diversi record. Finché ci sarà la Pallacanestro a Brescia io ci sarò. C’è tanta emozione e tanto orgoglio. Matteo Bonetti e Graziella Bragaglio hanno deciso di aprire la nostra famiglia alla famiglia Ferrari. Noi siamo orgogliosi di loro. La pallacanestro per me è tutto e sono felice di questo percorso. Non c’è nulla di scontato e sono davvero felice di questo nuovo percorso che si sta aprendo. Ci aspettiamo una stagione ricca di soddisfazioni come sono stati questi lunghi undici anni. Vedere grande pallacanestro, fidelizzare con i nostri tifosi e tutto il movimento e fare un passo in più. Sarà importante non sbagliare gli ultimi due colpi di mercato, ma sono già molto contento dei nuovi acquisti. Il play (Kenny Chery, nda) è qualcosa di molto interessante cosi come Drew Crawford che è molto contento di essere qui. Ho parlato con Sergio Scariolo di Kalinosky e me ne ha parlato molto bene. Siamo contenti di quello che abbiamo fatto. Ci dispiace per qualche addio, ma la squadra è buona». afferma Matteo Bonetti 

«E’ una giornata importante, anche se poi come ha detto giustamente Mauro Ferrari ci sarà un cambiamento all’interno della società, ma l’idea è quella di continuare ad essere una realtà solida restando con i piedi per terra e confermare quanto fatto in questi anni. Mancano due giocatori; un nel ruolo di quattro ed un centro. Ora stiamo monitorando il mercato e finora ci siamo mossi bene. E’una situazione un po’complicata per tutti. Ora abbiamo ancora qualche settimana, in attesa di capire come si partirà. Attendiamo di sapere quali saranno le nostre avversarie in EuroCup, visto che molte squadre sono ancora incomplete. Il mercato è iniziato in ritardo. Il nostro obiettivo è quello di riconfermarci in Italia ed in Europa, dopo l’ottima avventura dello scorso anno». Analizza coach Vincenzo Esposito.

 «Ora stiamo monitorando il mercato e finora ci siamo mossi bene. Attendiamo di sapere quali saranno le nostre avversarie in Eurocup, visto che molte squadre sono ancora incomplete. Il nostro obiettivo è quello di essere competitivi in tutte le competizioni e vogliamo crescere ancora» afferma il GM Sandro Santoro.

«Sono davvero molto contento di essere qui oggi e ringrazio la società della Leonessa. L’importanza dello spettacolo sportivo è fondamentale per una città. Il basket è nel cuore dei bresciani e da undici anni si è rilanciato. I bresciani amano la pallacanestro e siamo riusciti anche a costruire il PalaLeonessa. Penso che sia stato un percorso importantissimo per la città e per questo ringrazio Graziella Bragaglio e Matteo Bonetti. Inoltre, ringrazio tutti gli sponsor che hanno creduto in questo club. Si riparte con entusiasmo. Quest’anno abbiamo vissuto un campionato davvero molto emozionate e ci sono state davvero della serate incredibili».  Le parole del Sindaco, Emilio Del Bono.

La vita della Pallacanestro Brescia SRL è inizata ed ora bisognerà vedere dove può arrivare questa squadra. Le premesse sono buone, ma come si suol dire, al campo l’ardua sentenza.

Next Post

Sta nascendo la più grande stagione di sempre in Eurolega?

I dubbi erano, e sono, più che leciti. L’eredità di un nemico sconosciuto palesatosi sotto forma di pandemia è pesante ed avrà conseguenze terribili, soprattutto a livello e economico, e di conseguenza sociale, per diversi anni. Lo sport si è sentito subito trascinato in un abisso le cui profondità erano […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: