“The Shot” spegne l’ultimo sogno senese

La notte in cui Jerrells si è garantito un posto nella storia dell’Olimpia Milano

Il 25 giugno 2014 è una data che ogni tifoso dell’Olimpia Milano ricorda benissimo.

Vincendo, con un canestro sulla sirena di Jerrells, l’EA7 si conquistò il diritto di giocarsi la decisiva gara7 di finale scudetto in casa.

Una notte che ha garantito l’immortalità al numero 55 texano per i tifosi biancorossi.

Difficile estrapolare cinque punti, in perfetto stile Eurodevotion, perchè i motivi di interesse di quella serie finale sono stati molteplici.

Una Olimpia con una anima italiana composta da Gentile, Melli e Hackett.

Una Siena indomabile, già morta e defunta ma viva e ad un passo da una impresa che sarebbe stata clamorosa.

Una stagione che il coach della Mens Sana, Marco Crespi, ha voluto raccontare in un libro “Something Different“.

Crespi, uno dei tanti ex insieme ad Hackett, Moss, solo per citarne alcuni.

Una gara emblema di quanto possa essere beffardo ed esaltante questo sport con un tiro di Janning sputato dal ferro e quello di Jerrells accolto dalla retina.

In poche parole una partita da rivedere, tutta d’un fiato, di una intensità pazzesca che vuole essere un omaggio all’unica attuale rappresentante italiana di Eurolega.

Una di quelle notti che a Milano difficilmente dimenticheranno.

video e fotocopertina: olimpiamilano.com

Next Post

Kostas Sloukas e l'Olympiacos: giorni decisivi

Dopo una lunga ed estenuante attesa, i cui ritmi sono stati scanditi dalla decisione di Obradovic di non firmare un nuovo contratto con il Fenerbahçe, dovremmo essere in dirittura d’arrivo per quanto riguarda il futuro di Kostas Sloukas. Il ricco triennale che l’Olympiacos ha offerto al campione greco, già vincitore […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: