Liga Endesa: Spettacolo Real, Campazzo irreale. Due ex Olimpia guidano Gran Canaria

Terza giornata della fase finale conclusa anche per il girone B. Equilibrio apparente, anche se il successo del Real su Valencia, in una splendida partita dai connotati maggiormente offensivi che difensivi, mette i “blancos” in una situazione di un certo privilegio.

Ci sono 4 squadre con 2 W ed 1 L, con Gran Canaria invitata ad un ballo cui si pensava non potesse aspirare. Zaragoza eliminata, Andorra praticamente con lo stesso destino.

GRAN CANARIA 91 – BURGOS 87

Tanta fatica per battere il Real e poi, alla prova del 9, Burgos dà un calcio al secchio del latte che ha prodotto con tanta fatica, come nel proverbio del Professor Nikolic. Sia chiaro, “Granca” non è più debole degli uomini di Penarroya ed il risultato ci sta.

L’asse Cook-Bourousis è ancora una volta decisiva: 25 in 23’31” per il centro, con 6 falli subito e tabelloni immacolato sia da tre che ai liberi. Il play è solidissimo, con 6 assist ed una sola persa.

Matt Costello è solido, mentre questa volta c’è il solo Vitor Benite ad alto livello per Burgos, insieme ad un Jasiel Rivero veramente produttivo.

Ora la squadra di Katsikaris può sognare: Zaragoza mercoledì e poi sfida, probabilmente decisiva, con Valencia, alle 1830 di venerdì.

Burgos resta in corsa assolutamente: il suo destino si compirà probabilmente domani sera, alle 2130, contro la stessa Valencia.

REAL 95 – VALENCIA 90

Spettacolo puro, ottima pallacanestro e sprazzi di altissimo livello. Sprazzi, appunto, perché quello che manca anche alle migliori è la continuità sui 40 minuti. Abbastanza ovvio, dopo uno stop così lungo. Possibile, se non probabile, che ciò arrivi per il fine settimana: tempo di sfide decisive e la qualità potrebbe salire ulteriormente.

Si attacca più che difendere e Facendo Campazzo è protagonista assoluto: 29 con 11 assist, 7/8 da due e 3/6 da tre. Solo 3 perse in 37’29” sul campo, per un +10 di plus/minus ed un 42 di valutazione. Campionissimo!

Valencia riesce a prevalere (35-32) a rimbalzo: non è poco contro il Real. Vanja Marinkovic ottimo, Alberto Abalde si conferma giocatore di buonissimo livello, Jordan Loyd è energia pura, anche se spesso confusionaria. Dubljevic c’è in parte, ma 2 soli rimbalzi sono troppo poco.

Ora il Real ha strada spianata verso la qualificazione, con probabile primo posto in caso di vittoria contro Andorra e Zaragoza, le ultime del girone.

Valencia ha due gare molto più complicate, due veri e propri spareggi: Burgos mercoledì e Gran Canaria venerdì. Vincerne una potrebbe non bastare.

ANDORRA 113 – ZARAGOZA 93

Vendemmiata pirenaica da 55% dall’arco e 57% da due. Todorovic surreale, con 6/6 dall’arco e 26 punti in 19’22”. Valutazione? 134 a 97 per Andorra. 7 uomini in doppia cifra ed un ottavo fermo a 9 punti. La partita è durata un quarto, poi Zaragoza è parsa abbandonarla, come forse non vede l’ora di fare con il torneo. Peccato, lo abbiamo già fatto notare, perché è la squadra con maggiori assenze ed avrebbe meritato destino migliore dopo due stagione veramente solide.

Domani alle 1530 Zaragoza prova a lasciare la casella dello 0 in quanto a W contro Gran Canaria, ma non sarà facile viste le ambizioni dei “canarini”. Alle 1830 Andorra vorrà evitare di essere vittima sacrificale col Real, ma anche qui vediamo poche speranze, mentre alle 2130 sarà spareggio fondamentale tra Valencia e Burgos. Non si può più perdere nemmeno un possesso.

Next Post

Flash mercato: Shved ed il Khimki, il Panathinaikos e l'Olympiacos

Emiliano Carchia, via Twitter, conferma notizie su un campione conteso. Alexey Shved agreed to a three-year contract extension with Khimki Moscow, a source told @Sportando — Emiliano Carchia (@Carchia) June 23, 2020 Alexey Shved, stella del basket continentale, ha accettato di rimanere al Khimki. Triennale in arrivo per lui. E’ […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: