Annunci

Liga Endesa: Il Barça di forza sul Baskonia. Shavon Shields è bravo, Axel Bouteille è veramente forte

alberto marzagalia

Terza giornata del gruppo A nella fase finale della Liga spagnola e qualche verdetto comincia a farsi largo.

Il Barcellona, vincente contro il Baskonia, mette le mani sul primo posto del girone, che dovrà confermare battendo Bilbao e Tenerife, due ostacoli ampiamente alla portata dei catalani.

Baskonia che si complica un po’ la vita e si giocherà l’accesso alla semifinale nella sfida di domani, martedì 23 alle 1530 contro Malaga. Bilbao e Badalona, ufficialmente ancora in corsa, non paiono avere armi sufficienti per combattere a questo livello.

BILBAO 78 – TENERIFE 70

Meritato successo basco per qualità di gioco e totale dominio a rimbalzo (39 vs 24). Senza grandi individualità, Bilbao si dimostra migliore perché interpreta la pallacanestro secondo canoni moderni e spaziature perfette. Tutto ciò permette di superare i limiti individuali.

Tenerife, ancora con un Huertas sotto il minimo sindacale, abbandona ufficialmente ogni speranza, che probabilmente non ha mai avuto. Ora sfide per l’onore contro la Joventut, prima di vedersela con il Barça all’ultima giornata.

MALAGA 98 – BADALONA 89

Vince l’Unicaja, perché è più forte, ha più talento ed è più profonda. Ma ancora una volta la “penya” si fa rispettare e lotta sino al termine, senza mai darla su.

Finalmente nel secondo tempo la squadra di Casimiro trova il fondo della retina dall’arco, cosa che era costata molto contro il Barcellona.

Alex Bouteille è un fenomeno e tutto ad un tratto rivela perché il Real lo volesse già ad inizio stagione: ora tutta l’Europa sa di chi stiamo parlando. Giocatore totale, se prende a schiaffi il nylon con continuità diventa totalmente illegale. Sa giocare a pallacanestro sotto ogni aspetto.

Prepelic e Morgan provano a tenere a contatto fino alla fine Badalona, spalleggiati da un ottimo Nenad Dimitrijevic. Il macedone mostra doti non indifferenti.

BARCELLONA 81 – BASKONIA 75

Quando sul 67 pari c’era sostanzialmente un supplementare da giocare, ecco che il Baskonia è sparito, dopo un’altra prova più che buona.

Il Barça inizia finalmente con un Higgins aggressivo e la differenza si vede eccome. Dall’altra parte c’è un Pierria Henry che non vuole essere da meno, ma i catalani scappano. Il secondo quarto vede la squadra di Ivanovic tornare a contatto e poi mettere il naso avanti, cosa che proseguirà anche nel terzo e nel quarto periodo. L’epilogo è quello descritto.

Adam Hanga notevole, anche se quelle 4 perse vengono dal vederlo sempre fuori ruolo (Ribas da zero minuti…), mentre tra i baschi Shavon Shields è ottimo come terminale offensivo, ma non basta poiché questa volta sono Granger e Vildoza a bucare la gara. Shengelia fa cose che sa fare solo lui, ma nel complesso commette anche qualche errore di troppo. Tutto sommato positiva la presenza di Polonara, nonostante gli zero punti: servirebbe essere un po’ meno timidi, perché certe doti ci sono.

Ora Baskonia vs Malaga, domani alle 1530, per la verità definitiva. Nella stessa giornata, alle 1830 Bilbao tenterà l’impresa impossibile contro il Barça, mentre alle 2130 sarà la volta di Tenerife vs Badalona. Per l’onore.

Annunci
Next Post

Incredibile Petrucci

Incredibili dichiarazioni del presidente della FIP Gianni Petrucci, in un’intervista alla Gazzetta del Salento. «La ACB ha ripreso? E’ un paragone impossibile. Hanno palazzetti più piccoli ma migliori rispetto ai nostri, dotati di aria condizionata. Per cui si sono potuti preparare al meglio. E’ vero che hanno concentrato tutto in […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: