Shengelia, Obradovic, Datome e Sloukas: si apre una settimana decisiva?

Dopo giorni che sono stati caratterizzati soltanto dalla sgradevole polemica del Panathinaikos, o meglio del suo proprietario uscente, inizia oggi una settimana importantissima per quanto riguarda il mercato.

Il volo che porterà Zeljko Obradovic da Belgrado ad Istanbul potrebbe essere l’ufficiale apertura di quel domino di cui si parla da mesi, troppo tempo.

Chiarendo che si tratta di una situazione resa possibile dall’apertura delle frontiere che permette al Coach di rientrare nella città sul Bosforo soltanto da oggi, quindi evento quasi logico, è evidente che la faccenda Fenerbahçe non possa più attendere. Il malumore del popolo dei tifosi turchi si aggiunge a quello di alcuni atleti, infastiditi da un’attesa che non può protrarsi ulteriormente.

Gigi Datome e Kostas Sloukas sono promessi sposi di Olimpia Milano ed Olympiacos rispettivamente, ma rimangono sotto contratto con il Fenerbahçe. Il chiarimento sulla posizione di Obradovic, cui i due atleti sono legati da una rapporto eccellente di stima sia tecnica che personale, potrebbe immediatamente sbloccare la situazione.

Senza dimenticare che ad Istanbul vi sono accordi in corso anche con gente del calibro di Vesely e De Colo, due che sposterebbero gli equilibri della lega in qualunque direzione si dovessero muovere.

Toko Shengelia è l’altro grande nome emerso nel weekend.

Dalla Grecia (fonte Live Sport), arriva la potenziale bomba: il Cska starebbe discutendo con il Baskonia sul buyout del campionissimo georgiano.

Marca, quotidiano della capitale, riprende la notizia, sottolineando come il club basco avrebbe fermamente rifiutato di considerare la partenza del giocatore, ritenuto pietra angolare del suo progetto.

Ricordiamo che durante tutta la stagione l’atleta è stato oggetto di grande interesse da parte dell’Olimpia Milano, presente più volte dalle parti della Fernando Buesa Arena.

Sempre il Cska starebbe effettuando un tentativo sempre coi baschi per Luca Vildoza, considerato profilo ideale da affiancare a Mike James e Daniel Hackett.

Infine, sempre a livelli di top club, l’Efes sarebbe sulla buona strada per i rinnovi, non scontati, di Tibor Pleiss, James Anderson e Sertac Sanli, pezzi importanti di un puzzle che, dopo le recentissime parole di Larkin, nella direzione di una permanenza ad Istanbul, prenderebbe una forma assai simile a quella straordinariamente efficace e spettacolare della stagione appena conclusa. Certo, resterebbe la questione Micic-NBA, non una roba da poco.

Next Post

Virtus Bologna, Zanetti show: Triennale ad Abass, stoccate a Milano e speranza Eurolega

Conferenza stampa scoppiettante quella del patron della Virtus Massimo Zanetti in casa Virtus Bologna

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: