Annunci

Il mercato ed il futuro dell’Olimpia? Ci hanno chiesto un parere gli amici di SomosBasket

Il mercato dominante e rivoluzionario dell’Olimpia?

Il futuro del club nel breve e nel lungo termine?

L’impatto sulla prossima stagione della squadra di Ettore Messina?

I favoriti per l’Eurolega 2020/21?

Gli amici di Somosbasket.com, sito spagnolo di notevole caratura, hanno voluto contattarci per descrivere la situazione attuale dell’Olimpia Milano, dopo un primo  periodo di mercato assolutamente importante.

Qui il link all’articolo integrale, a firma Juan Pedro Belmonte, nonché il tweet che lo riporta.

 

I passaggi principali della nostra opinione espressa.

Sugli arrivi di giocatori di altissimo livello…

«La conferma del budget è stata fondamentale. Oggi Milano è club di punta che può offrire ingaggi che non sono permessi ad altri club. Lo scetticismo del passato oggi lascia spazio a grande ottimismo perchè si sta lavorando su giocatori veramente notevoli e funzionali al progetto».

Sul valore della squadra rispetto alle grandi di Eurolega…

«Credo che le big restino un passo avanti. Real, Cska, Barça ed Efes sono grandi squadre, ma gli arrivi di Milano garantiscono un sicuro avvicinamento a quel livello. Credo che la cosa più importante sia però il campo definitivo di mentalità, che quest’anno non è arrivato ma che è l’obiettivo numero uno della gestione Messina e che richiede tempo».

Su Milano favorita se si concretizzassero gli altri movimenti di mercato di cui si parla…

«Troppo presto per parlarne, bisogna vedere cosa succederà alle altre squadre, ad esempio il Real coi dubbi sul possibile futuro NBA di Campazzo e Deck, come entrerà nel sistema Barça un giocatore come Calathes, quale sarà la guardia che il Cska affiancherà a Mike James… Vedo difficile che Milano possa essere la favorita, tuttavia credo debba rimanere in pianta stabile tra le 5-6 sempre in quota Playoff, insieme alle quattro squadre suddette e col Maccabi.  Poi nei Playoff, secondo il posizionamento, può succedere di tutto. I giocatori vincenti delle solite big, però, continueranno a fare la differenza».

Sulla creazione di un progetto così forte a seguito di una stagione negativa…

«Non posso definire negativa la stagione sospesa, poiché per i Playoff si lottava, mentre in Italia la posizione garantiva possibilità di competere nonostante le troppe sconfitte. I risultati non sono stati quelli auspicati da Messina, ma è proprio l’allenatore la più grande certezza milanese. Se in panchina c’è uno come lui, l’obiettivo è vincere, non solo competere. L’anno scorso ha potuto lavorare limitatamente sul mercato, poiché molti giocatori se li è ritrovati, essendo arrivato abbastanza tardi. Ora sta lavorando su profili congeniali al suo gioco, con l’obiettivo delle Final 4».

Sul possibile rischio di compromettere il futuro finanziario se non si dovesse vincere l’Eurolega entro due anni…

«E’ chiaro che la squadra che sta nascendo è fatta per vincere in brevissimo tempo, però non credo che ciò possa minimamente compromettere il futuro del club, che si basa su un gruppo dalla solidità unica come quello Armani. Piuttosto potrebbe essere tema riguardante la posizione di Messina, che ripeto essere la maggior garanzia di successo per l’Olimpia in questo momento».

 

Annunci
Next Post

MVP Final Four: Nando de Colo è di un altro pianeta

Non è facile trovare parole per spiegare il significato di perfezione. Forse la stagione 2015-16 di de Colo va molto vicino alla definizione più azzeccata.

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: