La Fortitudo vince l’ultima semifinale tutta italiana di Eurolega

Il derby italiano viene vinto dalla Skipper Bologna che accede alla finale. Battuta Siena.

Il solito viaggio, nella macchina del tempo, ci riporta al 29 aprile 2004.

Teatro della semifinale europea, tutta italiana tra Skipper Bologna e Montepaschi Siena, è la splendida Nokia Arena di Tel Aviv.

La gara tra le due formazioni ha rappresentato l’ultima semifinale tra due squadre del nostro paese.

L’anno precedente capitò la stessa cosa quando a Barcellona ad affrontarsi furono sempre Siena e la Benetton Treviso.

Curiosamente i toscani persero entrambe le gare, sempre in volata.

Pochi mesi dopo la Mens Sana e la Fortitudo si ritrovarono in finale scudetto ed a prevalere questa volta furono gli uomini di Recalcati con un secco 3-0 che garantì la conquista del primo tricolore.

La gara, in terra israeliana, fu vinta dai bolognesi per 103-102 dopo un tempo supplementare.

Ben sei i giocatori in doppia cifra per il team di Repesa, cinque per i “mensanini“.

SKIPPER BOLOGNA – MONTEPASCHI SIENA 103-102 (23-20; 47-38; 64-62; 90-90)

SKIPPER: Mottola 12, Basile 5, Mancinelli 6, Belinelli ne, Smodis 14, Pozzecco 10, Vujanic 12, Van Den Spiegel 4, Lorbek 2, Guyton 11, Prato ne. All.Repesa

MONTEPASCHI: Stefanov 14, Zukauskas 10, Vitali ne, Vukcevic, Vanterpool 10, Galanda 2, Thornton 26, Lechthaler ne, Andersen 17, Chiacig, Kakiouzis 23, Marino ne. All.Recalcati

Da notare la presenza, anche se non in campo, di un giovanissimo Marco Belinelli.

Concludiamo con le parole dei coach, al termine di quella semifinale.

RECALCATI:E’ stata una partita fantastica, abbiamo giocato, almeno nella prima parte, senza il giusto equilibrio concedendo il loro gioco più congeniale in campo aperto. Nella ripresa abbiamo migliorato difensivamente, concedendo meno tiri aperti, risalendo la corrente e giocandoci un finale punto a punto. Peccato per l’errore finale“.

REPESA:Abbiamo commesso grossi errori permettendo a loro facili conclusioni da fuori. Il punteggio ha avuto molti alti e bassi e sicuramente abbiamo pagato la scarsa esperienza. Siamo la squadra più giovane della Eurolega con ben 11 esordienti in questa final four. Essere qui è la prova del nostro grande lavoro. Sapevamo che dovevamo giocare concentrati e senza pressione“.

Nelle finali dei giorni successivi arrivarono due sconfitte per le nostre rappresentative: Siena si arrese 97-94 nella “finalina” contro il Cska Mosca mentre la Skipper fu letteralmente travolta dai padroni di casa del Maccabi per 118-74.

Next Post

Olimpia Milano, Jeff Brooks ad un passo dalla conferma

Dopo diverse settimane in cui la situazione è rimasta almeno in fase di stallo, per nulla nella direzione di una riconferma del giocatore, nella giornata di ieri sono arrivate notizie differenti  riguardo Jeff Brooks e l’Olimpia Milano. Nelle prossime ore dovrebbe essere firmato un contratto biennale, secondo quanto riporta Sportando a […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: