Stelle che verranno: Jonas Mattisseck

L’Alba ha deciso di puntare forte su di lui fin dall’inizio, inserendo subito nell’U18. Jonas sarà in grado di rispettare le attese?

Considerato da molti in patria futuro della nazionale tedesca, Jonas Mattisseck, nato a Berlino il 16 Gennaio del 2000, inizia a giocare a pallacanestro fin da subito, militando prima nel VfL Lichtenrade, poi nel TuS Lichterfelde ed infine, nel 2015, approda all’Alba Berlino.

Nonostante nel 2015 Jonas abbia solo quindici anni viene subito aggregato all’U18 del club berlinese, giocando la tappa casalinga dell‘ANGT 2015/16 e mettendo insieme 14 punti, 3 rimbalzi e 2 assist in tre presenze. Nella stagione successiva, la 2016/17, partecipa ancora al torneo giovanile dell’Eurolega, così come nel 2018, facendo vedere grandi miglioramenti e risultando, in entrambe le annate, tra i migliori dell’Alba Berlino

Il 2018 rappresenta per Jonas anche l’anno del passaggio tra i “grandi“. il 29 Marzo, infatti, la guardia numero 9 fa il suo esordio in BBL nella vittoria contro il Gotha a soli diciassette anni. Al termine della stagione le presenze saranno cinque con un bottino di 17 punti, di cui 6 contro l’Ulm in appena cinque minuti di gioco, 4 rimbalzi e 7 assist. Ma la soddisfazione più grande arriva prima, più precisamente il 10 Gennaio, poco prima del suo compleanno, quando coach Garcia decide di fargli un regalo anticipato, concedendogli quattro minuti in EuroCup nella vittoria  contro il Galatasaray. Jonas giocherà anche le successive partite contro Darussafaka e Gran Canaria, prima dell’eliminazione dei tedeschi dalla competizione.

Nella passata stagione, nonostante l’Alba sia arrivata fino in fondo all’EuroCup perdendo solo in finale contro il Valencia, Jonas ha raccolto solamente cinque presenze, con una media di 7,4 punti e 2,6 assist a partita, rifacendosi in campionato e scendendo in campo ben quindici volte.

Per vederlo in Eurolega abbiamo dovuto aspettare quest’anno, grazie alla promozione ricevuta dall’Alba Berlino. Fino allo stop definitivo, infatti, Jonas aveva disputato tutte e ventotto le partite, partendo titolare in sette occasioni, ma tenendo medie decisamente al di sotto di quello che ci si sarebbe aspettati. In quasi 14 minuti di gioco di media il tedesco è riuscito a mettere insieme appena 2,7 punti, 1 rimbalzo e neanche un assist (0,8) a partita, segno di un difficile, almeno in questa prima stagione, ambientamento nella massima competizione europea.

Jonas, pur essendo una guardia, trova uno dei suoi punti forza nel fisico con i suoi 194 cm di altezza, riuscendo a gestire molto bene il pallone in transizione e giocando su entrambi i lati del campo. Malgrado non spicchi per velocità ed esplosività, riesce a superare i difensori avversari grazie al suo palleggio. Dovrà lavorare sulla meccanica di tiro, ancora non perfetta, ma l’Alba punta molto su di lui per il futuro e, con grande probabilità, sarà in grado di ripagare queste aspettative.

Next Post

Giannakopoulos ed il futuro del Panathinaikos: la conferenza stampa è fissata

Martedì 9/6 ore 1330 locali (1230 italiane): dopo averla posticipata questa settimana, l’attesa conferenza stampa del patron del Panthinkos Dimitrios Giannakopoulos è stata fissata per la prossima settimana. Si attende la decisione definitiva riguardo la permanenza  in Eurolega oppure il minacciato abbandono della competizione a favore della Basketball Champions League. A tale […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: