Eurolega verso lo stop definitivo? La lettera di ELPA mette pressione in questo senso

0 0
Read Time:1 Minute, 54 Second

E’ iniziata pochi minuti fa la riunione decisiva per il futuro di Eurolega ed Eurocup.

Le sensazioni delle ultime ore, nonché alcune voci raccolte in giro per l’Europa, fanno propendere per uno stop definitivo.

Nel frattempo vi è da registrare la lettera di ELPA (associazione giocatori) che esprime un sentimento diffuso decisamente contrario alla ripresa del gioco.

Qui i passaggi principali del documento riportato dal media serboo NOVA (i virgolettati sono originali della lettera)

«Solo tre settimane di preparazione non sono sufficienti per preparare i giocatori. Sebbene siamo consapevoli che alcuni hanno già accesso all’allenamento, altri non hanno avuto questa possibilità».

«Numerosi test fisici (effettuati dai club, ndr) hanno mostrato scarsi risultati a causa di un allenamento insufficiente o di cattive condizioni fisiche. Il proseguimento di EuroLeague nel periodo previsto aumenterebbe notevolmente il rischio di infortuni e altri problemi di salute che potrebbero influire sulla stagione successiva».

«Molti esperti di medicina dello sport sono convinti che dopo un lungo periodo di autoisolamento, i giocatori abbiano bisogno di almeno sei settimane di preparazione prima di ricominciare la stagione per ridurre al minimo il rischio di lesioni».

L’associazione giocatori sottolinea, oltre a quanto riportato, le difficoltà di rientro, il pericolo per le famiglie degli atleti e la sicurezza non garantita per tutte le componenti, in primis i propri rappresentati, poiché in diverse aree d’Europa le criticità sono molto alte.

Il mancato rientro, volontario, di diversi protagonisti metterebbe a rischio l’immagine della competizione. La voglia di tornare a giocare c’è, sostiene sempre l’associazione, ma non ai rischi attuali, preferendo contrarsi sulla stagione 2020/21.

 

IL COMMENTO

Detto che pare ormai assai difficile tornare in campo, visti questi ultimi sviluppi, restano  tre interrogativi fondamentali.

I cosiddetti datori di lavoro, ovvero i club, terranno in alta considerazione queste posizioni o si comporteranno come nel resto del mondo, in cui la gente normale ha semplicemente dovuto riprendere la propria attività, sebbene l’emergenza sia, in diversi paesi, ancora molto presente?

In assenza di un vaccino, quali differenze reali ci saranno da settembre in poi?

Una volta cancellata la stagione si avrà consapevolezza, da parte degli atleti, che il mondo è cambiato e che dovrà cambiare anche per loro in termini di retribuzioni ridotte e rinunce anche sugli accordi già in essere?

 

 

 

 

About Post Author

alberto marzagalia

Due certezze nella vita. La pallacanestro e gli allenatori di pallacanestro. Quelli di Eurolega su tutti.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

La stagione di Eurolega ed Eurocup è finita!

La proposta è arrivata direttamente da Jordi Bertomeu, le conferme da una miriade di tweet in tempo reale che non danno una grande immagine di riservatezza… La stagione europea finisce qui. Motivazioni, criteri e qualsivoglia situazione nella conferenza stampa che si terrà alle 1630.

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: