Annunci

Stelle che verranno: Matthew Strazel

Giorgio Mastrogiacomo

Matthew Strazel, il futuro dell’Asvel all’ombra di Maledon

Annunci

Quando si pensa al Lione della stagione 2019/20 il primo nome che viene è quello di Theo Maledon, giovane stella bianconera e futuro del basket francese. Ma nell’Asvel sta crescendo un’altra colonna portante della Francia del futuro, pronta a prendersi fin dalla prossima stagione i fari da protagonista, Matthew Strazel.

Nato il 5 Agosto 2002 a Bourg-la-Reine, Matthew inizia a muovere i primi passi nel mondo della pallacanestro all’età di nove anni con il club locale, il Manre-la-Vallèe, prima di trasferirsi al Lione nel giugno 2017, dopo essere stato visionato da Yohann Sangaré, allora direttore generale del club, e Tony Parker.

Al suo primo anno nel sud della Francia Strazel viene subito aggregato alla squadra U18, allenandosi, e giocando anche dieci partite, anche con l’U21. Fin da subito il numero 32 fa capire di avere le qualità per mettersi in gioco a buoni livelli e alla sua prima partecipazione all’ANGT, nella tappa di Hospitalet, fa registrare 4,1 punti, 2,5 rimbalzi e 3 assist di media in quattro presenze.

Nella stagione successiva viene ufficialmente spostato nella sezione U21 a soli 16 anni, allenandosi con la prima squadra, e chiudendo con 14,5 punti e 4,7 assist di media. Sul finale di campionato viene chiamato in causa con l’U18 per disputare le final 4 nazionali e la risposta di Matthew è da vero professionista. Nella prima partita sfodera una prestazione magnifica, realizzando ben 44 punti contro il Bourg-en-Bresse. Anche la sua seconda esperienza all’ANGT si rivela molto positiva, mettendo a referto un totale di 65 punti e 10 assist in quattro partite, nonostante l’Asvel riesca a conquistare una sola vittoria, chiudendo al quarto posto nel girone.

L’anno della consacrazione, però, è il 2019. Nella stagione 2019/20 viene aggregato definitivamente alla prima squadra e 6 Ottobre esordisce nella LNB Pro A, giocando 5 minuti contro lo Cholet. Vedendo i suoi continui progressi coach Mitrovic decide di usarlo anche in Eurolega e il 29 Ottobre contribuisce, con 9 punti, alla vittoria 66-63 sul Baskonia.

Nonostante il processo di maturazione sia appena iniziato, Strazel ha già fatto capire di poter dire la sua tra i professionisti, chiudendo, almeno momentaneamente, la sua stagione in Eurolega con 16 presenze e disputando, probabilmente, la sua miglior partita contro il Real Madrid il 5 Marzo 2020, nell’ultima giornata prima dello stop. Matthew, oltre ad essere partito nel quintetto iniziale, ha chiuso il match con 11 punti, 5 assist e 13 di valutazione in venti minuti. Cinque giorni dopo, contro il Monaco, si è migliorato mettendo a segno 17 punti, 4 assist, e 18 di valutazione, seppur con un avversario inferiore rispetto ai blancos.

La prossima stagione sarà probabilmente la più importante per il giovane Matthew. Con la partenza praticamente certa di Maledon, tutti i fari saranno puntati su di lui. Ma Strazel ha già dimostrato di avere grande maturità, cambiando il suo tipo di gioco, concentrandosi maggiormente sulla difesa, nel passaggio dalle categorie giovanili alla prima squadra.

Una cosa è certa, però, il futuro è tutto nelle sue mani!

Annunci
Next Post

Cronache dal basket del coronavirus - Pavel Astakhov pt 2

In attesa di capire se si riprenderà oppure no, ma lo scopriremo solo domenica 24-5-2020, il Khimki Moscow Region sarebbe pronto a terminare la stagione della Turkish Airlines EuroLeague, ma come ha dichiarato Pavel Astakhov a R-Sport, direttore generale della squadra russa, non sarà così semplice. «Siamo in costante contatto […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: