Cronache dal basket del coronavirus Andrey Vatutin pt. 2

0 0
Read Time:53 Second

In un’ intervista a Sportrbc, il presidente del CSKA Mosca Andrey Vatutin si augura una riduzione dei salari dei giocatori a causa della crisi legata al Covid-19 e si dice scettico su su l’eventuale ripresa dell’EuroLega. 

«Penso che i tagli saranno dell’ordine del 30%. Inoltre, spero che la crisi porti anche ad un taglio degli stipendi dei giocatori. Con tutto il rispetto per le stelle europee, i loro salari non sono determinati dai ricavi delle squadre e delle leghe, come accade in NBA, ma da un braccio di ferro e dall’ambizione dei vari proprietari». Sulla questione legate agli stipendi

«Tornare a giocare dopo una pausa così lunga farà vedere partite a livelli da preseason. In estate i giocatori si rilassano, vanno in vacanza mentre ore provano a tenersi in forma mentre sono rinchiusi in casa. Che tipo di pallacanestro possiamo avere ora? È ridicolo non allenarsi per due mesi e poi decidere il campione nel giro di 2-3 settimane. Poi mettiamo a rischio gli atleti che possono subire infortuni». Sulla EuroLeague

Fonte foto: CSKA Mosca

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

One thought on “Cronache dal basket del coronavirus Andrey Vatutin pt. 2

Next Post

2014: Il Maccabi di Blatt, la squadra del destino

Sei anni fa, nell’ormai lontano 2014, le ultime Final Four giocate su territorio italiano. Al Forum avrebbe potuto esserci la squadra di Luca Banchi se quella maledetta gara 1 fosse andata diversamente, con qualche libero a segno in più e un antisportivo in meno. Ma nel destino del Maccabi Tel […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: