Annunci

Milano e Cantù si sfidano per raggiungere la finale di Korac del 1993

La semifinale di ritorno di coppa Korac del 1993 tra Olimpia Milano e Pallacanestro Cantù

Annunci

 

Il nostro salto nel passato ci riporta, questa domenica, nel 1993 per proporvi la semifinale di ritorno di Coppa Korac tra la Philips Milano e la Clear Cantù.

Rispetto alle prime due “puntate” non abbiamo scelto una partita di campionato ma comunque una sfida tra due squadre italiane, ritornando in anni in cui le formazioni del nostro paese facevano la voce grossa anche in Europa.

Cinque punti, cinque curiosità, in stile Eurodevotion, per introdurre una grande classica lombarda che, in questa occasione, metteva in palio l’opportunità di giocarsi una finale in una competizione europea.

ANDATA: la gara di andata, disputata la settimana precedente, nello storico Pianella di Cucciago, aveva visto prevalere, dopo una partita estremamente combattuta, i padroni di casa per 74-72. Una vittoria risicata che garantiva un minimo vantaggio ai canturini nella partita di ritorno. I quasi 9000 del Forum saranno riusciti a spingere Milano verso la finale?

ALBERTO ROSSINI: l’attuale direttore sportivo dell’Olimpia Milano era il playmaker della Pallacanestro Cantù. “Lupo” ha giocato per ben 11 anni con il club brianzolo diventandone anima e capitano conquistando la coppa Korac nella stagione 1990-91.

ANTONELLO RIVA: l’ex, per eccellenza, di questa gara era assolutamente Antonello Riva. Il giocatore, originario di Rovagnate, è stato una bandiera di Cantù dove ha conquistato uno scudetto, tre coppe delle coppe, due coppe dei campioni e una coppa intercontinentale. L’estate del 1989 vide il suo clamoroso passaggio agli “odiati” cugini milanesi. “Nembo Kid” è ancora oggi il miglior marcatore del campionato italiano con 14397 punti.

PACE MANNION: uno dei migliori giocatori di quella Clear era sicuramente Pace Mannion. Scelto al numero 43 dai Golden State Warriors si è costruito una solida carriera in Italia dove ha conosciuto Gaia Bianchi, ex pallavolista, diventata sua moglie. Dal loro matrimonio è nato Nico Mannion, uno dei prospetti più interessanti tra i giovani italiani.

TULLIO LAURO/SANDRO GAMBA: la cronaca di questa partita era affidata a Tullio Lauro e Sandro Gamba. Il primo, deceduto nel 2000, è stata la voce ufficiale per le telecronache dell’Olimpia Milano per molti anni. Giornalista e scrittore ha vissuto in simbiosi con la pallacanestro. Gamba non ha bisogno di presentazioni. La sua elezione, nella Basketball Hall of Fame, nel 2006 dice già tutto.

Foto copertina: http://www.museodelbasket-milano.it

Annunci
Next Post

“Big Ben ha detto stop”: palle ferme, palle che girano, dalle Olimpiadi a Milano e, naturalmente, Scarlett Johannson

Ecco, da noi è ufficiale e nel resto del mondo lo sarà presto: niente più rimbalzi per l’arancia a spicchi, per questa stagione, a qualsiasi livello. La notizia mi consente di abbandonare l’operazione “riordina l’armadio”, salvando così (almeno momentaneamente) quella rinfusa di maglioni di variegate decadi, canotte ufficiali firmate e […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: