Annunci

Cronache dal basket del coronavirus pt 5. Andrea Cinciarini

In un’intervista rilasciata a Sandro Pugliese de il Qs, il capitano dell’AX Armani Exchange Milano ha voluto dire la sua sulla situazione attuale:

«Restiamo in casa, seguiamo gli esperti, godiamoci il tempo con la famiglia. Manteniamo l’energia e la voglia di tornare a correre dietro al pallone per quando si potrà tornare. Ora, però, gli unici eroi di cui si deve parlare sono medici e infermieri».

«Parlare di sport, adesso, mi sembra poco rispettoso di tutto il personale sanitario che sta facendo un grande lavoro, ma è nel pieno dell’emergenza. Ovvio che un giocatore avrebbe voglia di tornare a giocare quanto prima. Se a maggio, anche inoltrato, ci dovessero essere le condizioni ne sarei felice, anche se questo dovesse portarci a giocare fino ai primi di luglio. Ora, però, è davvero prematuro. È solo una speranza, significherebbe un miglioramento generale» Così sul campionato italiano commenta il capitano biancorosso.

 

Annunci
Next Post

Cronache dal basket del coronavirus pt 6. Daniel Hackett

Dopo le parole del compagno di squadra Mike James ( qui l’articolo su Mike James), anche Daniel Hackett nelle interviste rilasciate alla Gazzetta Dello Sport, al Resto del Carlino e al Corriere Adriatico, il giocatoreha spiegato come sta vivendo la situazione in Russia ed inoltre ha voluto esprimere la sua vicinanza alla città […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: