Eurodevotion Weekly – Le voci dalle panchine

Penultimo doppio turno della stagione e gare che ormai hanno un’importanza fondamentale. A 6 turni dal termine e con 5 squadre già ai Playoff, la lotta per gli ultimi 3 posti disponibili è selvaggia, coinvolgendo ben 7 squadre, che possono essere anche 9 se ci si basa sulla matematica.

Le parole dei Coach protagonisti, dopo la seconda gara del doppio turno, tralasciando quelle di Obradovic cui abbiamo dedicato un articolo a parte.

Rick Pitino (Panathinaikos) dopo il crollo col Cska…

«Posso dirvi per esperienza che non serve a nulla, in situazione come queste, urlare od accusare i giocatori. Con sei gare da giocare dobbiamo trovare le soluzioni, perché il nostro staff conosce bene tutti i problemi»

Dimitris Itoudis (Cska) dopo il clinic messo in atto ad Oaka…

«Dobbiamo essere realisti, siamo una squadra nuova. Ci sono regole non scritte di questo gioco che dobbiamo rispettare, ma nessuno può sottovalutarci»

Ettore Messina (Olimpia) dopo il successo a Valencia…

«Sono felice per i miei giocatori che lavorano ogni giorno molto duramente. Abbiamo ancora una piccola speranza di realizzare i nostri sogni».

Jaume Ponsarnau (Valencia) dopo la tripla pesantissima di Micov…

«Sembravamo avere il controllo, poi abbiamo sbagliato alcuni tiri. Ma abbiamo lottato sino alla fine, sono fiero della mia squadra».

Dusko Ivanovic (Baskonia) dopo la tripla di Janning che ha regalato il successo al suo Baskonia…

«Sapevamo di dover lottare per 40 minuti. Lo abbiamo fatto solo nei secondi 20′. La prossima volta non basterà».

Aito Garcia (Alba) dopo la sconfitta alla Fernando Buesa…

«Immagino che quelli del Baskonia ci dicano “grazie”. Valutando la gara è chiaro che nell’ultimo quarto abbiamo scelto di regalarla giocando senza energia»

Ergin Ataman (Efes) dopo i 40 di Larkin…

«Shane ha giocato così e così a Tel Aviv, al rientro dopo l’infortunio. Ma è impossibile che un grande giocatore come lui giochi male due volte di fila. Un’altra gara in cui abbiamo dimostrato la nostra potenza».

Georgios Bartzokas (Olympiacos) dopo essere stato distrutto da Larkin…

«I nostri giovani non avevano idea di quanto potessero essere forti Larkin e Micic. Ci siamo rilassati dopo il Pana. Con l’Efes non sarebbe bastato nemmeno dare il 100%…»

Dragan Sakota (Stella Rossa) dopo aver battuto nettamente il Maccabi…

«Probabilmente eravamo più freschi di loro»

Ioannis Sfairopoulos (Maccabi) dopo l’imbarcata di Belgrado…

«Concedendo 30 punti nel terzo periodo era ovvio che non fossimo pronti, mentalmente, a giocare una gara dura».

Svetislav Pesic (Barcellona) dopo la soffertissima vittoria col Bayern…

«Non abbiamo difeso mal, ma neanche bene. Abbiamo giocato aspettando che qualcuno, proveniente da non so dove, arrivare a vincerci la partita. Non è possibile».

Pablo Laso (Real)  dopo la settima vittoria consecutiva…

«Avevamo poca freschezza ed un po’ di problemi. Mario Nakic all’inizio ed Usman Garuba alla fine ci hanno dato ciò di cui avevamo bisogno. Sono felice per loro e per un’altra prova solida della squadra».

Zvezdan Mitrovic (Asvel)  dopo la L col Real…

«Li abbiamo fatti sudare. I miei giovani play, Matthew Strazel e Theo Maledon hanno fatto un’esperienza straordinaria contro rivali come Campazzo e Laprovittola».

Xavi Pascual (Zenit) dopo il colpaccio contro lo Zalgiris…

«Il pick and roll dello Zalgiris ci ha creato gravi problemi per il modo in cui arrivava quel blocco (back). Abbiamo provato ad organizzarci ed abbiamo avuto più chanches di vincere nei 40′, poi lo abbiamo fatto nel supplementare. Vittoria che ci aiuterà nelle prossime sfide».

Sarunas Jasikevicius (Zalgiris) dopo la sanguinosa sconfitta di San Pietroburgo…

«E’ una sconfitta pesante. Non sono contento di aver perso e, molto peggio, di come abbiamo giocato. Avremmo dovuto gestire meglio gli ultimi secondi, ma se giochi 45′ non puoi pensar solo a quegli ultimi secondi…»

Next Post

Il Punto di Toni Cappellari: Bianchini è l'uomo giusto per affiancare Gandini in Lega

– Jasikevicius “vive” la gara in panchina e si agita di più di quando giocava. – Cska vs Barcellona sé stata la partita dell’anno. Meravigliosa, con la ciliegina finale di Mirotic. – Gandini nuovo commissioner della LBA necessita di un Presidente che sia uomo di basket. Valerio Bianchini sarebbe l’ideale. […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: