L’errore ammesso da Eurolega ed i falli da tre tiri liberi. Il parere dell’esperto

0 0
Read Time:2 Minute, 27 Second

I tre tiri liberi concessi a Scottie Wilbekin che hanno stanzialmente permesso al Maccabi di restare a contatto prima di vincere poi la gara con l’Olympiacos grazie alla magia dall’arco dello stesso fenomenale playmaker americano, eleggibile per la nazionale turca, hanno creato un certo subbuglio  livello di Turkish Airlines Euroleague.

Come sempre ci rifiutiamo tassativamente di pensare a malafede, favori o robaccia del genere e cerchiamo di capire cosa possa essere successo attraverso il parere di Silvio Corrias, fischietto italiano di grande esperienza che ci racconta con dovizia di particolari il mondo arbitrale nel suo sito http://www.weref.it

I FATTI

A 25″ dalla fine, sul 65-69, viene fischiato un fallo a Wade Baldwin che ferma Scottie Wilbekin ad almeno 8 metri dal canestro. Dopo il solito conciliabolo, Ilija Belosevic, Borys Ryzhyk e Gytis Vilius decidono per i tre liberi. Apriti cielo! 3 su 3 e 68-69. I possessi seguenti determineranno il risultato finale ma è chiaro che questi 3 liberi siano parte fondamentale del risultato.

Euroleague Basketball con un comunicato ufficiale ha definito la situazione in questo senso: il fallo c’era, ma doveva essere rimessa Maccabi e non tre liberi poiché non era in corso il cosiddetto “act of shooting”, ovvero il movimento di tiro, arrivato dopo il fallo.

LE REGOLE

Silvio Corrias ci spiega come per assegnare i tiri liberi a seguito di un fallo siano richieste due situazioni contemporaneamente: la prima è che il pallone sia stato già raccolto con entrambe le mani, mentre la seconda è che vi siano le braccia che si muovono verso l’alto. In questo caso si può determinare il cosiddetto “atto di tiro”.

A questo punto diventa determinante l’interpretazione dell’arbitro perché è chiaro che la presenza di queste due condizioni possa essere anche premessa per altri movimenti non di tiro, come un passaggio ad esempio. Non è per nulla da tenere in considerazione, in questa fase, che si tratti di movimento di terzo tempo piuttosto che altro.

IL COMMENTO

Insieme al fallo antisportivo è certamente la situazione più controversa di tutta la stagione, europea e non. Decine e decine di chiamate che hanno fatto discutere ed un regolamento che necessita di grande preparazione e conoscenza del gioco da parte degli arbitri.

Il nostro unico commento riguarda l’evoluzione del gioco. La presenza di guardie con grande atletismo e rapidità nonché in possesso di tiro da tre notevole come i vari Campazzo, James, Wilbekin, Larkin etc porta questa fattispecie al limite. I giocatori sanno di poter sfruttare l’eventualità, hanno i mezzi per giocarsela in quel senso e quindi appena vedono la possibilità di lucrare un fallo, soprattutto contro difensori (vedi Papanikolaou) di minor rapidità e maggiore statisticità o che hanno una posizione non perfettamente reattiva, si mettono al lavoro in tal direzione.

Non possiamo che confermare come sia decisiva l’interpretazione, sulla base della conoscenza del gioco, da parte degli arbitri, bene tenendo conto della caratteristiche dei giocatori di oggi.

About Post Author

alberto marzagalia

Due certezze nella vita. La pallacanestro e gli allenatori di pallacanestro. Quelli di Eurolega su tutti.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Porte chiuse: la reazione dei giocatori del Real Madrid

Le parole dei giocatori del Real Madrid dopo il comunicato di Olimpia Milano che annuncia le porte chiuse per la sfida di martedì al Forum. Così Walter Tavares… «La priorità è la nostra salute e quella dei nostri parenti, nonché poter giocare le gare che restano» Gli fa eco Trey Thompkins con […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: