Il Fenerbahçe riprende il cammino verso i playoff vincendo alla Fonteta

Nell’ultima sfida di Turkish Airlines EuroLeague del venerdì gli uomini di coach Zeljko Obradovic, vincono in trasferta sul campo del Valencia Basket, dopo due k.o in fila rimediati in casa rispettivamente contro il Maccabi FOX Tel Aviv ed il Real Madrid. 

Invece, per la compagine spagnola arriva un’altra sconfitta dopo quella subita al fotofinish nella precedente giornata contro il Maccabi FOX Tel Aviv, sempre alla Fonteta. 

86-93 il risultato finale del match che andiamo ad analizzare attraverso i nostri classici cinque punti.

Le percentuali al tiro del Fenerbahce

Dopo aver subito una pesante sconfitta contro i Blancos, i turchi hanno saputo subito reagire e dimostrato che quello che è successo settimana scorsa, è stato solo un incidente di percorso.

Infatti, dopo aver segnato solo 65 punti, il Fenerbahce ha messo in mostra tutto il suo potenziale ed ha chiuso con ben 93 punti realizzati.

La squadra turca ha tirato con il 75% da 2 (21/28), 56% dalla lunga distanza (14/25) ed il 90% dalla lunetta (9/10). 

Insomma, quando si tira con queste percentuali, vincere diventa davvero molto semplice.

Non bastano Marinkovic e Dubljevic 

Per i padroni di casa arriva la quattordicesima sconfitta stagionale nella manifestazione. Nonostante gli 86 punti segnati,  non bastano infatti i 37 punti segnati da questi due giocatori.

Il serbo è il miglior marcatore dei suoi con 22 punti messi a referto (3/4 da 2, 5/7 da 3, 1/2 TL) con 23 di valutazione.

Vanja Marinkovic

 

Invece, il montenegrino realizza 15 punti (4/4 da 2, 1/2 dai 6.75, 4/4 a cronometro fermo) con 22 di valutazione. 

Bojan Dubljevic

 

I magnifici 3

Si dice che le partite a pallacanestro non si vincono individualmente e che il segreto per riuscirci è quello di coinvolgere più protagonisti possibili.

Nella vittoria ottenuta a Valencia, coach Obradovic ha potuto contare sull’ottimo apporto di Derrick Williams e della coppia formata da Kostas Sloukas e Nando De Colo.

L’ex Bayern Monaco è stato il migliore realizzatore del Fenerbahce con 22 punti e 24 di valutazione.

Derrick Williams

Per quanto riguarda i due esterni, il primo (Sloukas) ha chiuso con 13 punti, mentre il secondo (De Colo) ne ha messi a referto 10. 

Una partita sempre speciale per il francese visto che ha vestito la maglia del Valencia con cui ha vinto nel 2010 la 7Days EuroCup e nel 2011 raggiunto i playoff di Eurolega.

Inoltre, Valencia è la città in cui Nando De Colo ha conosciuto sua moglie Vero Compan. 

Nando De Colo

Gigi is Back

Oltre ai tre giocatori citati sopra, da evidenziare c’è anche la prova di Luigi Datome. Dopo aver faticato nel girone d’andata, chiudendo in doppia cifra in solo quattro occasioni su 18 gare giocate (vs Khimki Moscow Region, Anadolu Efes Pilsen, Valencia Basket e Olympiacos Pireus) a causa di una condizione fisica non ottimale, il giocatore italiano nel girone di ritorno ha cambiato faccia come esattamente ha fatto la sua squadra ed infatti se si dà un’occhiata alle statistiche individuali di Datome lo si può notare.

Il numero 70 del Fenerbahce, infatti, nella seconda parte di stagione è andato in doppia cifra per cinque volte su otto partite disputate al momento.

Alla fine della regular season ne mancano ancora otto di gare e siamo certi che Datome si renderà nuovamente protagonista.

Luigi Datome

La strada verso i playoff delle due squadre 

Ne manca ancora un po’ di cammino verso i playoff di EuroLeague, ma in questo momento la classifica dice che all’ottavo posto troviamo il Valencia, mentre il Fenebahce occupa la nona posizione e sarebbe fuori dai playoff.

Su otto pass disponibili, tre sono già stati presi rispettivamente dall’Anadolu Efes Pilsen, Real Madrid e dal Barcelona.

Ne mancano quindi ancora cinque e vedremo se una o tutte e due riusciranno ad entrare nelle prime otto.

Il Valencia dovrà vedersela con l’ASVEL, l’AX Armani Exchange Milano, l’Anadolu Efes Pilsen, lo Zalgiris Kaunas, il Real Madrid, l’ Alba Berlino, il Baskonia e la Stella Rossa. 

Invece, il Fenerbahce affronterà lo Crevna Zvezda, il Khimki, il Pana, il Bayern Monaco, lo Zalgiris, il CSKA Mosca, l’Olympiacos e l’Efes. 

Lo score di queste due compagini dice dopo le prime ventisei partite 12 W e 14 L.

Vedremo quale sarà l’esito finale all’ultima giornata e quindi lasciamo al campo l’ardua sentenza.

 

Next Post

L'Olimpia ci prova, ma senza difesa è impossibile. Lo Zalgiris vola

E finalmente venne il tempo del gioco. Dopo una settimana convulsa, passata tra indicazioni ministeriali, attesa di pareri della OMS ed incertezze di ogni tipo legate all’emergenza “coronavirus”, è arrivato il momento del campo, peraltro “il campo” per eccellenza, perché non esiste un posto al mondo migliore della Zalgirio Arena […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: