Annunci
2019/20 Turkish Airlines Euroleague seasonfranciaIntervistespagna

Louis Labeyrie non mette limiti al Valencia Basket

Intervista al lungo del Valencia Basket

Louis Labeyrie, alla sua seconda stagione con il Valencia Basket, sta diventando un giocatore sempre più importante nello scacchiere di Jaume Ponsarnau. Il lungo francese è ormai un fisso delle rotazioni e, in occasione delle ultime due partite del campionato spagnolo di ACB, è stato l’MVP tra i taronja.

Domenica scorsa è iniziato il girone di ritorno, e il Valencia Basket non ha avuto problemi a imporsi all’UCAM Murcia per 82-62. Senza il pivot americano Mike Tobey infortunato, e con l’altro centro, il montenegrino Bojan Dubljevic, a mezzo servizio a causa delle condizioni fisiche non perfette, che lo hanno costretto a perdere i due precedenti incontri di Eurolega, Louis Labeyrie ha dovuto giocare diversi minuti anche in posizione di Cinque. 

Il ruolo di pivot non è il preferito del transalpino, come ci ha raccontato dopo la partita, ma si adatta alle esigenze della squadra. In effetti, il capellone nativo di Gonesse ha segnato 16 punti e preso 7 rimbalzi (20 di valutazione) in 21 minuti in campo.

Dopo un inizio di stagione con alti e bassi, con cinque sconfitte consecutive in Europa, la squadra spagnola campione in carica dell’EuroCup ha recuperato, collezionando sei vittorie nelle ultime nove partite di Eurolega.

Abbiamo chiesto a Labeyrie quali sono state le chiavi del cambio di rotta del Valencia Basket, e il giocatore ha risposto alle nostre domande, commentando anche il grande momento del suo connazionale Axel Bouteille, fresco di convocazione in nazionale, nel Bilbao Basket: per lui non è una sorpresa!

Eurodevotion: Oggi sei stato il miglior giocatore della squadra, congratulazioni!

Louis Labeyrie: «Grazie mille. E grazie anche ai compagni di squadra ».

ED: Che settimana! Qualificazione per la Copa del Rey e due vittorie in trasferta in Eurolega contro Khimki e Zenit, è stato fantastico per voi!

LL: «Una settimana da ricordare; la prima con così tante partite e così tante vittorie in questa stagione. Molta emozione, ma siamo sopravvissuti! Nonostante la fatica, i risultati ci hanno dato forza: ci siamo svegliati ogni mattina e abbiamo iniziato a lavorare con entusiasmo ».

ED: Cosa pensi che possa fare Valencia in Eurolega? In questo momento siete in zona Playoff, sarete in grado di mantenere il ritmo?

LL: “In questo momento non penso davvero a queste possibilità … Non ci poniamo limiti: affrontiamo una partita alla volta dando il massimo, e vedremo!”

ED: «Che cosa è cambiato nel gioco di Valencia dall’inizio della stagione, quando le cose non stavano andando bene?

LL: «A inizio stagione avevamo diversi nuovi elementi da integrare nella squadra, ora penso che ci stiamo adattando: abbiamo sviluppato nuovi autonomismi e chimica, ed è per questo che il team ora funziona meglio».

ED: «Oggi hai giocato anche in posizione di 5, com’è stata l’esperienza?

LL: «Non è la mia posizione preferita in campo, ma beh, con i pivot infortunati, o come oggi con uno infortunato e l’altro non in buone condizioni, ho dovuto accontentarmi di giocare da centro e adattarmi soprattutto per il bene della squadra; in fin dei conti è andata bene! [sorride]”.

ED: «Tutti i giocatori francesi che giocano in ACB si sono qualificati per la Copa del Rey. Ti aspettavi questo impatto nel campionato spagnolo di Axel Bouteille con il Bilbao Basket?

LL: «Sì, ha iniziato molto bene in questa stagione, esplodendo in una squadra possiamo dire piccola. In effetti, l’anno scorso ne abbiamo parlato quando abbiamo affrontato il Limoges in EuroCup, che gli sarebbe piaciuto giocare in Spagna e che avrebbe potuto fare bene in questo campionato… Conoscendo sia lui che il formato del campionato spagnolo, ho sempre pensato che potesse trionfare”.

Annunci
Tags

Laura Cristaldi

Sono friulana e vivo in Spagna da diversi anni. Amo il basket e seguo tutte le competizioni che posso; tifo Valencia Basket e APU Udine e simpatizzo per tutte le squadre dove giocano italiani in giro per il mondo: i miei grandi “amori” sono Gallo e Gigione. Ascolto musica power, folk e symphonic metal, bevo birra e leggo thriller storici (tra le altre cose).

Related Articles

Back to top button
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: