Annunci
7Days Eurocup

La Leonessa non si ferma più e supera anche Oldenburg

Si dice che vincere aiuta a vincere e chissà se all’interno dello spogliatoio bresciano questo slogan sia presente.

Detto ciò, la Germani Brescia Leonessa conquista un’altra importante vittoria dopo quella ottenuta domenica contro l‘Olimpia Milano.

Infatti, tra le mura amiche del PalaLeonessa gli uomini guidati dal condottiero Vincenzo Esposito battono Oldenburg ed ottengono così il secondo successo nel gruppo F di Top 16 della 7Days EuroCup. 

Dopo un primo tempo in salita, nei restanti 20′ Brescia si scuote e si prende altri due preziosissimi punti in classifica.

70-67 il punteggio finale dell’incontro che come al solito andiamo ad analizzare attraverso i cinque punti.

Il secondo tempo della Leonessa

Dopo aver subito ben 42 punti nei prime due quarti, i bianco blu sono rientrarti in campo con una faccia gagliarda ed hanno prima ricolmato lo svantaggio, firmando poi il sorpasso decisivo nell’ultima frazione.

Nel secondo tempo, la Leonessa ha alzato nettamente l’intensità difensiva concedendo solo 25 punti.  I tedeschi nella terza e quarta frazione hanno chiuso con 7/18 da 2 e 2/9 dalla lunga distanza. 

Il PalaLeonessa

Dopo sette partite disputate tra Regular Season e Top 16, la squadra bresciana ha ottenuto ben sei successi casalinghi. L’unica sconfitta maturata in casa è arrivata il 23 ottobre contro i turchi del Darussafaka. Si dice che vincere in trasferta vale doppio, ma anche rendere il proprio palazzetto un fortino vale e non poco….

PalaLeonessa201812

Ken il Guerriero

Rientrare dopo un lungo infortunio non è mai semplice, ma per Kenneth Horton evidentemente non è cosi. Infatti, dopo aver segnato 20 punti in campionato domenica contro l‘AX Armani Exchange Milano, nella sfida di ieri sera ha chiuso con 17 punti e 18 di valutazione in 26′.

In conferenza stampa coach Esposito, che non ama parlare dei singoli si è espresso così su di lui: «Se guardiamo le statistiche prima dell’infortunio era il nostro miglior giocatore. Bravo lui per la prestazione, ma soprattutto i suoi compagni che li hanno permesso di giocare così».

kenneth-horton-celebrates-germani-brescia-leonessa-photo-brescia-ec19

Le parole degli allenatori

Coach Vincenzo Esposito: «Sapevamo che sarebbe stata una partita tosta, perchè nelle Top 16 ogni partita è difficile da affrontare, visto che si disputano solo sei gare. Ogni volta è come giocare una finale. Abbiamo giocato il primo tempo con poca energia e la conseguenza è stata quella di concedere 42 punti alla squadra avversaria. Nel terzo e quarto periodo abbiamo giocato in attacco con un ritmo migliore e difeso con più aggressività. Capisco che ci sia un po’ di stanchezza,  ma c’è bisogno di tutti, specialmente di chi ha giocato di meno. Lavoreremo su questo, ma ho necessità del contributo dell’intero roster e che ci sia uno sforzo extra da parte di tutti».

Coach Mladen Drijenic: «Complimenti a Brescia per la vittoria. Abbiamo lottato e giocato una dura partita. Nel primo tempo abbiamo controllato bene il match, sia in attacco che in difesa, mettendo in difficoltà la squadra di casa. Invece, nella ripresa non è stato cosi ed abbiamo faticato molto in attacco, dove non siamo riusciti a crearci dei vantaggi per costruire dei buoni tiri. Inoltre, abbiamo concesso qualche rimbalzo offensivo di troppo e tirato male dalla lunetta. Sapevamo che loro avrebbero avuto una reazione e che i loro giocatori chiave avrebbero provato ad attaccare la nostra difesa con più aggressività. Il basket non è come il calcio, non puoi permetterti di “difendere” il vantaggio accumulato. Otto punti di differenza non sono nulla in questo sport ed abbiamo giocato come se fossimo sullo 0-0».

Il capitano 

In partite come queste c’è sicuramente bisogno dell’apporto di tutti, ma in modo particolari di coloro che rappresentano e rivestono un ruolo importante all’interno della squadra. Indubbiamente, David Moss essendo il capitano della Leonessa calza a pennello in questo discorso. L’ex Teramo, Siena, Virtus Bologna e Milano ha realizzato 9 punti, ma come sempre ha dato una grande mano in difesa.

Nel post partita ha analizzato così la vittoria: «Dopo un primo tempo difficile, nel secondo abbiamo avuto una bella reazione, giocando con più energia sia in attacco che in difesa, dove siamo riusciti ad aumentare la pressione. Sono qui ormai da tre anni e dovreste concerti molto bene e sapere che tipo di giocatore sono. Ora dobbiamo continuare così e pensare partita dopo partita. Il prossimo avversario si chiama Brindisi».

david-moss-germani-brescia-leonessa-photo-brescia-ec19

 

 

Annunci
Tags

Related Articles

Back to top button
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: