Annunci
2019/20 Turkish Airlines Euroleague seasonTurkish Airlines Euroleague

Martin Hermannsson esplode nell`overtime e spinge l`Alba al sacco di Belgrado

Colpo a sorpresa dell`Alba Berlino, che porta a casa una autentica battaglia in quel di Belgrado a suon di triple, facendo la differenza in overtime anche grazie alle giocate di un Martin Hermansson fino a quel momento in sordina.

Partita avvincente e divertente, con entrambe le squadre capaci di portare l`avversario al limite e momenti di esaltante sfida agonistica a distanza tra alcuni protagonisti sul parquet.

Resta la delusione dei padroni di casa per un 85-94 che segna uno stop sanguinoso nella rincorsa ai playoff di Turkish Airlines Euroleague. Entriamo nell`analisi della sfida della Stark Arena con i 5 punti di #eurodevotion:

Kevin Punter e Vladimir Stimac: quando il mercato è davvero di riparazione

I due nuovi arrivati hanno avuto un impatto immediato sulla nuova realtà, rivelandosi delle mosse finora pienamente azzeccate da parte della dirigenza belgradese.

L`ex Virtus Bologna ha portato quella imprevedibilita’ e pericolosità aggiuntiva sgravando Lorenzo Brown di un peso che era quasi esclusivamente sulle sue spalle fin qui. Per il numero 00 career high da 24 punti, tre triple e il 50% dal campo.

Stimac, dal canto suo, porta un contributo estremamente solido vicino al ferro, andando a coprire quelle falle presenti alla luce delle difficoltà tecniche di Micheal Ojo, di un percorso di recupero agonistico complicato per Kuzmic e dell`evanescenza di Nikola Jovanovic. Oggi altra doppia cifra con 4/4 da due e 6 rimbalzi.

33

È il numero complessivo delle palle perse: 15 per la Stella Rossa, 18 per l`Alba Berlino. Entrambe le squadre si sono sfidate a viso aperto e hanno cercato di tenere alto il ritmo, senza il timore di provare giocate di difficoltà elevata.

Inevitabilmente, questa ricerca innalza l`asticella del rischio, soprattutto nel momento in cui le difese hanno alzato il livello della pressione sul portatore di palla e relative linee di passaggio. A tratti, la Stella Rossa si è fatta soffocante sfruttando anche la spinta proveniente dal sesto uomo. Gli ospiti non sono stati da meno e, anzi, hanno avuto il merito di non farsi portare fuori partita, anche grazie a degli exploit balistici dalla distanza.

Il festival della tripla nel terzo quarto

La terza frazione è stata senza dubbio il momento più spettacolare del confronto. Dieci minuti durante i quali il livello di agonismo si è elevato a dismisura e si è scatenata la competizione individuale a distanza.

Innescata dalle triple dei due tiratori più attesi, Billy Baron da una parte e Markus Eriksson dall`altra, ha visto poi scatenarsi Kevin Punter e Peyton Siva, a colpi di canestri dal palleggio sempre più difficili e senza soluzioni di continuità. Forse la fase del match in cui gli attacchi sono riusciti a trovare respiro ed esplodere. Con Luke Sikma vero ago della bilancia e stella cometa in mezzo ai fuochi artificiali.

Tutti a scuola dal Professor Sikma

Questa Eurolega rappresenta la meritata e definitiva consacrazione, dopo edizioni di 7Days Eurocup di alto liniaggio, per uno dei giocatori più intelligenti che il torneo abbia messo in luce finora.

15 punti, 10 rimbalzi, 4 assist, 3 recuperi e migliore valutazione tra gli ospiti a quota 25 sono le cifre di una prestazione totale da parte dell`uomo-ovunque a disposizione di Aito. Ovunque perché legge il gioco con una velocità superiore alla media, ha una bidimensionalita’ che lo rende difficile da controllare a dispetto di un atletismo non eccelso per i parametri della pallacanestro odierna.

Sa benissimo come muoversi e dove in ogni momento, un autentico professore del gioco che non potra’ che destare interesse nel prossimo mercato estivo.

15-6

Il parziale dell`overtime che consegna il secondo successo consecutivo ai tedeschi e, contestualmente, il secondo passo falso interno in 48 ore per la Stella Rossa.

Belgradesi che hanno dato la sensazione di essere arrivati in fondo senza benzina, svuotati dallo sforzo difensivo profuso negli ultimi 3 minuti del quarto periodo.

Ospiti che, invece, hanno trovato in Martin Hermannsson un autentico giustiziere, autore di due canestri dal peso specifico elevatissimo: prima la tripla del +4 dal mezzo angolo a originare il break decisivo poi il canestro a ricacciare lontano il seppur flebile tentativo di rientro serbo.

Annunci
Tags

Related Articles

Back to top button
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: