La Leonessa è una perfetta regina, supera Nanterre e vola alle Top 16

0 0
Read Time:2 Minute, 12 Second

Nell’ultima giornata della 7Days EuroCup, la Germani Leonessa Brescia scrive un’importante pagina della propria storia conquistando un preziosismo successo che vale il pass per le Top 16.

A distanza di un anno da quella pessima partita persa in casa contro Ulm, la Leonessa si riprende un bella rivincita.

85-78 il punteggio finale dell’incontro che andiamo ad analizzare attraverso i classici cinque punti.

25-11 

Dopo un primo tempo molto equilibrato (39-41) in favore di Nanterre, i bresciani sono usciti dagli spogliatoi con un atteggiamento molto più aggressivo ed hanno propiziato questo importante parziale. Al 30′ infatti, il punteggio recitava 64-52 in favore della Germani Brescia Leonessa grazie alla tripla realizzata da Luca Vitali. 

I protagonisti del successo 

In casa Brescia da sottolineare l’ottima partita disputata da DeAndre Lansdowne e Awudu Abass.

La guardia americana è stato il top scorer del match con 19 punti segnati (3/3 da 2, 4/6 da 3 e 1/1 TL) e 20 di valutazione in 23′. Decisivo e chirurgico nei momenti più salienti della partita con la sua specialità, il tiro dalla lunga distanza.

deandre-lansdowne-germani-brescia-leonessa-photo-brescia-ec19

Invece, l’ex Cantù e Milano, gioca probabilmente la partita più bella e più importate della sua vita, realizzando ben 18 punti (2/2 da 2, 2/5 dalla lunga distanza, 8/9 a cronometro fermo) e 21 di valutazione in 30′.

awudu-abass-germani-brescia-leonessa-photo-monaco-ec18

Le palle perse 

Nonostante così tante palle perse (17), gli uomini di coach Vincenzo Esposito sono riusciti ad ottenere il referto rosa, per chi non lo sapesse quello dei vincitori.

In vista delle Top 16, i bianco blu dovranno lavorare sotto questo aspetto. Più si va avanti e più sono i dettagli a fare la differenza.

La percentuale al tiro da 2 

Tra le tante note positive in casa Leonessa, c’è sicuramente la percentuale al tiro da 2. Infatti, David Moss e compagni hanno chiuso con il 76.2% (16/21). 

Non si può dire però lo stesso per la compagine ospite che ha faticato e non poco sotto questa voce. I ragazzi di coach Pascal Donnadieu hanno tirato con il 35.9% (14/39). 

David Moss

Ci sono giocatori che non smettono mai di stupire e tra questi c’è indubbiamente David Moss. La carta d’identità dice 36 anni, ma se uno lo vede giocare non ci crede. Anche nella partita di ieri sera, ha messo in mostra tutte le sue qualità difensive ed offensive.

Il capitano della Leonessa ha chiuso con 12 punti e tanta ma tanta sostanza, specialmente in difesa.

L’ex Montepaschi Siena ed Olimpia Milano si rende così protagonista di un’altra importante pagina sportiva all’interno della sua carriera.

David Moss

 

 

 

 

Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Il Maccabi cambia marcia nel terzo quarto e passa agevolmente in casa dello Zenit

Il Maccabi Tel Aviv non si ferma più: alla Sibur Arena di San Pietroburgo arriva la quarta vittoria consecutiva in Turkish Airlines Euroleague per gli uomini di Ioannis Sfairopoulos. Un successo netto, ben più di quanto suggerisca il 71-82 finale a tabellone, frutto di un terzo quarto da 28-12 che […]

Iscriviti alla Newsletter di ED

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: