Annunci

Il collettivo “Blaugrana” non lascia scampo al Khimki

Il Barcellona torna al successo imponendosi con autorità a Mosca contro il Khimki

Annunci

Il Barcellona, dopo la pesante battuta d’arresto interna contro il Cska, torna al successo in Turkish Airlines Euroleague.

Vittima dei catalani il Khimki Mosca costretto ad inseguire per tutta la contesa.

Risultato finale di 102-94 che andiamo ad analizzare attraverso i consueti cinque punti di Eurodevotion.

QUATTRO: come le sconfitte consecutive del Khimki. Dopo la vittoria, all’ottava giornata contro Milano, sono arrivate quattro battute d’arresto, tre delle quali contro squadre spagnole (Valencia, Real Madrid, Barcellona). Preoccupante anche lo scarto medio di 13.5 punti in questo filotto negativo.

QUARANTA: come i minuti di gara in cui il Barcellona è stato in vantaggio. Dopo la partenza fulminea sul risultato di 11-0 gli ospiti hanno sempre condotto, quasi sempre con un divario in doppia cifra. I russi si sono avvicinati ad un solo possesso nel finale (94-97) senza però riuscire a portare a termine la rimonta.

MIROTIC: proprio sul -3, lo spagnolo di origine montenegrina, è stato decisivo con un canestro in cui ha mostrato tutta la sua classe. Un sigillo a completamento di una gara da stella. 28 punti, 9 rimbalzi a cui si sono aggiunti anche i 17, con 9 assist, di Delaney.

SEI: come i giocatori in doppia cifra del Barcellona (28 Mirotic, 17 Delaney, 15 Tomic, 10 per Hanga, Higgins e Kuric) dei nove che sono stati utilizzati da coach Pesic nella partita di Mosca. L’unico a non essere andato a segno è Oriola.

CURIOSITA’: I 61 punti realizzati nel primo tempo dagli ospiti sono il record di franchigia. I 94 segnati dal Khimki sono il punteggio massimo realizzato dai russi in casa in una partita persa.

Il prossimo turno vedrà entrambe le squadre impegnate in casa: il Khimki contro l’Alba Berlino per interrompere la striscia negativa, il Barcellona contro il Panathinaikos di Pitino in uno dei big match di giornata. 

Annunci
Next Post

Lo Zenit alla prima gioia casalinga contro un Asvel in crisi

Lo Zenit vince finalmente tra le mura amiche e lo fa vincendo contro un Asvel sempre più in difficoltà. Il punteggio finale recita 75-70 ma ecco la nostra analisi in cinque punti. Asvel in netta difficoltà, alla quarta sconfitta consecutiva senza trovare solide soluzioni offensive. Sconfitta che fa male perchè […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: