Annunci
italbasket

Italbasket, il preolimpico parte con Portorico e Senegal

Sono passati 82 giorni dall’ultima partita dell’Italbasket al Mondiale in China, ma non c’è tempo di fermarsi perchè ora bisogna già cominciare a pensare al preolimpico che si giocherà in Serbia a Belgrado dal 23 al 28 giugno 2020. 

Le squadre che parteciperanno sono in totale 24, divise in 8 gironi ciascuno composto da tre squadre.

Oltre a Belgrado le altri sedi sono Kaunas (Lituania), Spalato (Croazia) e Victoria (Canada). 

L’Italia comincerà la sua avventura sfidando Portorico e Senegal.

Se gli Azzurri dovessero arrivare tra le prime due, affronteranno poi in semifinale una delle prime due dell’altro girone composto da Serbia, Nuova Zelanda e Repubblica Domenicana.

Le vincenti delle due semifinali si sfideranno nella finale, che darà l’accesso per Tokyo 2020. 

Ecco le parole di coach Meo Sacchetti dopo il sorteggio: «Siamo stati sorteggiati nel Torneo di Belgrado con la squadra più titolata fra quelle che non hanno avuto accesso diretto a Tokyo. Nel nostro girone siamo i favoriti, non possiamo nasconderlo. Senegal e Portorico sono due Nazionali che abbiamo affrontato recentemente. Gli africani sono una squadra molto fisica. I portoricani, per come era cominciata l’ultima partita del Mondiale in Cina, potevano diventare il nostro peggior ricordo. Passiamo la prima fase, la Semifinale e poi giochiamoci le nostre chance contro la Serbia. È la squadra favorita del nostro Pre Olimpico, e gioca in casa. Ma anche nel 2016 a Torino l’Italia era favorita».

Per la Nazionale Azzurra quella di Belgrado sarà l’ottava volta che parteciperà ad un preolimpico: (Helsinki 1952, Amsterdam 1972, Edimburgo 1976, Lugano e Ginevra 1980, Rotterdam 1988, Granada e Saragozza 1992, Torino 2016). Al momento su 7 partecipazioni sono 4 le qualificazioni ottenute. 

Da ricordare però che ci sono già otto squadre qualificate alle Olimpiadi:  Giappone (Paese ospitante), Spagna, Argentina, Francia, Australia, Stati Uniti, Nigeria e Iran.

Non sarà un’avventura semplice, ma l‘Italia ha il dovere di riscattare ciò che è successo nel 2016 in quel Torino. Al campo l’ardua sentenza….

 Ecco qui i gironi con le 24 squadre

Belgrado (Serbia)

Group A: Serbia, Repubblica Domenicana e Nuova Zelanda

Group B: Italia, Portorico e Senegal

 Kaunas (Lituania).

Group A: Lituania, Venezuela e Corea del Sud

Group B: Polonia, Slovenia e Angola

Spalato (Croazia)

Group A: Russia, Germania e Messico

Group B: Croazia, Brasile e Tunisia

Victoria (Canada)

Group A: Canada, Grecia e Cina

Group B: Repubblica Ceca, Turchia e Uruguay

 

Annunci
Tags

Related Articles

Back to top button
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: