Annunci
2019/20 Turkish Airlines Euroleague seasonTurkish Airlines Euroleague

Electricity is down in Barcelona: CSKA alla vittoria della maturità

Moscoviti maturi e spettacolari a dispetto di un Barcelona completamente involuto

Il posto perfetto per gustarsi un grande match di pallacanestro continentale è il Palau Blaugrana. Ve ne ho parlato la scorsa settimana in occasione della sfida con il Maccabi, ma in questa settimana i protagonisti cambiano. Il CSKA torna ai livelli d’eccellenza, e come in una delle più classiche sliding doors dello sport più affascinante e dettagliato del mondo, questa volta il Barcelona Lassa è il vinto della sfida.

Il CSKA di Dima Itoudis gioca la partita dell’anno. Surclassa e annienta la difesa rapida dei catalani e lancia un messaggio fondamentale alle posizioni di vertice della Turkish Airlines Euroleague: noi lassù in vetta ci torneremo presto. Con o senza l’apporto di Clyburn, con o senza varie attenuanti di infortuni e quant’altro. Perché l’anima elettrica e vincente del CSKA ha prevalso su quella di un Barcelona di Pesic apparso involuto.

Eurodevotion, come sempre, vi porta alla scoperta della sfida. Di quelle famigerate 5 situazioni che hanno deciso la sfida CSKA-Barca, che nel venerdì dedicato alla prestazione mostruosa di Shane Larkin ha regalato semplicemente emozioni.

  • 33: Il dominio del CSKA nel secondo quarto. La casualità e il numero fanno pensare a qualcosa che sia ultraterreno, e questo CSKA è definibile esattamente così. Tutto perfetto: scelte, timing difensivi, gestione dei momenti dove colpire il Barcelona. Itoudis nel momento di più estrema difficoltà ha ritrovato Daniel Hackett e un gioco che appaga l’intelletto.
  • 11: il numero del declino catalano. L’arma del tiro da 3 è la variabile che ormai ha deciso la pallacanestro moderna. L’involuzione Barcelona Lassa parte proprio dal 2/18 da dietro l’arco. Solo Mirotic è capace di creare qualche pericolo nel primo parziale insieme a Brandon Davies. Poi se sulla difesa perimetrale concedi il 48% da 3 al CSKA, più di una domanda sorge spontanea…
  • Transizione: l’elemento imprescindibile del Barca. Se mancano la rapidità e i punti i transizione, la squadra di coach Pesic è K.O. senza ulteriori discussioni. Il CSKA Mosca tatticamente è stato sublime in difesa e ha fermato il cavallo di battaglia dei catalani.
  • Elettricità: il CSKA e le giocate fulminee che hanno tagliato le gambe. Per chi scrive, questo punto di analisi è puramente soggettivo. Il comando emozionale della partita lo si vede anche in mimica facciale dalle giocate avversarie. La tripla di Mike James in isolamento da 8 metri è quel qualcosa che dà la scossa alla partita per i tuoi colori. A Mosca i lampi e le emozioni li dà l’ex Olimpia.
  • CSKA maturo: ora è il momento di svoltare. Un famoso detto americano dice: “Mai sottovalutare il cuore dei campioni”. La squadra di Itoudis al Palau Blaugrana e il netto punteggio che dice 67-96 ci dà un verdetto importante: noi siamo qui, più vivi che mai. E’ la notizia più bella che noi appassionati di Turkish Airlines Euroleague potessimo ricevere in vista del mese natalizio…
Annunci
Tags

Related Articles

Back to top button
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: