Shengelia sempre più Mvp: il Baskonia batte il Cska

Matteo Carniglia

Il Baskonia batte il Cska Mosca. I russi al terzo KO, in cinque partite, dopo l’infortunio di Clyburn

Il Baskonia, dopo il pesante rovescio interno contro il Maccabi Tel Aviv, si regala una grande vittoria contro il CSKA Mosca.

I russi perdono la terza gara di questa Turkish Airlines Euroleague abbandonando il gruppetto di squadre al vertice.

Risultato finale di 80-70 che andiamo ad analizzare attraverso i consueti cinque punti di Eurodevotion.

RITORNO AMARO: il ritorno dei tre grandi ex James, Hilliard e Voigtmann non è stato decisamente fortunato. I giocatori hanno prodotto, complessivamente, 25 punti, 10 rimbalzi e 4 assist che non sono bastati ad evitare il rovescio alla propria squadra.

CLYBURN: l’infortunio occorso, alla quarta giornata, al giocatore americano sta condizionando pesantemente il cammino del Cska Mosca. Il record, in assenza dell’mvp della passata edizione delle Final Four, è di 2-3. La squadra di Itoudis tornerà sul mercato?

SHENGELIA: l’atleta georgiano, di formazione spagnola, è in questa prima parte di stagione uno dei possibili MVP della intera Eurolega. Insieme all’avversario in maglia Cska Mike James è l’unico ad essere stati premiato come miglior giocatore della settimana per ben due volte dall’inizio della competizione (alla quarta e alla sesta giornata). La partita di ieri non ha fatto eccezione: 22 punti e 6 rimbalzi. Cifre di livello assoluto per il numero 23 del Baskonia che si è caricato sulle spalle i compagni nei momenti di maggiore difficoltà.

FERNANDO BUESA: dopo quattro vittorie consecutive (due nella serie play-off contro il Baskonia e la Final Four) si è interrotta la striscia positiva dei russi alla Fernando Buesa Arena. Nonostante gli ospiti abbiano tirato meglio sia da tre punti che ai tiri liberi a prevalere sono stati i baschi. Continua ad essere magico il numero 80 per i ragazzi di Itoudis. Tutte le volte che non è stato raggiunto, nella casella punti segnati, i moscoviti si sono dovuti arrendere.

CAPO E CODA: I primi cinque minuti e gli ultimi 4.20 sono stati decisivi nel determinare il risultato. La gara è infatti iniziata con un break di 9-0 per il Baskonia e si chiusa con un altro parziale. Il canestro del 67-70, siglato da Hackett, è stato l’ultimo prima di un nuovo 13-0 per i locali che hanno respinto gli ultimi undici possessi offensivi degli ospiti. Un complessivo 22-0 che ha indirizzato la contesa verso i ragazzi di coach Perasovic.

Il prossimo turno presenta una nuova terribile trasferta per il Cska, impegnato a Madrid, mentre il Baskonia sarà ancora impegnato tra le mure amiche contro lo Zenit in una partita in cui parte con i favori del pronostico.

Next Post

Ergin Ataman : L'Olimpia è una squadra da Final 4 e per me non è una sorpresa

Una delle oramai abituali serate che definire uggiose è assai limitativo, il buio davanti al Forum è rotto dai fari del bus che accompagna l’Efes dall’hotel all’allenamento, previsto come spesso accade secondo preferenza dei Coach allo stesso orario in cui si giocherà il giorno seguente. I giocatori scendono velocemente ed […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: