Efes-teggia in casa dell’ASVEL. Che partita!

0 0
Read Time:1 Minute, 6 Second

L’Efes supera nella gara del martedì l’ASVEL Villeurbanne con il punteggio di 84-90, dopo una partita in equilibrio per 34’.

Cosa è emerso dalla gara?

  • L’EFES ha un gruppo solido e il risultato dello scorso anno, seppur frutto di diverse circostanze, non è stato casuale. La squadra è presente e sa esattamente cosa fare e a chi affidarsi nei momenti decisivi: al 34’ il parziale che ha spaccato il match, frutto di difesa asfissiante e cinismo in fase offensiva.
  • Grazie. È per l’ASVEL, sorpresa di questo campionato. Nel match di ieri abbiamo avuto la conferma che i francesi possono competere nella parte medio alta della classifica e lo fanno a viso aperto, senza paura. Dopo il parziale di svolta del match, i padroni di casa non hanno perso la testa e sono rimasti in gara fino all’ultimo.
  • Gioco di squadra. Punto tanto banale quanto fondamentale: se il pallone circola e i giocatori sono in sintonia, il tiro è in ritmo e la squadra segna. Se 5 giocatori difendono forte, gli avversari hanno più difficoltà a segnare. Banale? Guardate il match e apprezzerete.
  • Larkin. Fenomeno deriva dal greco ‘colui che si mostra’; Shane lo fa e ogni volta che lo fa la pallacanestro lo ringrazia. Ieri 19 punti, cinismo e carisma. Cosa si può chiedere di più?!

About Post Author

Antonio Mariani

Laureando in Lettere presso La Sapienza di Roma e appassionato di Sport Business, viaggia ossessivamente per studiare le culture sportive nel mondo. Oggi è Social Media Manager presso IQUII e giornalista sportivo di pallacanestro per Eurodevotion.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Shengelia sempre più Mvp: il Baskonia batte il Cska

Il Baskonia batte il Cska Mosca. I russi al terzo KO, in cinque partite, dopo l'infortunio di Clyburn

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: