Annunci
2019/20 Turkish Airlines Euroleague season

Il Pana non fa sconti e batte anche il Valencia

Nella 7° giornata della Turkish Airlines EuroLeague, il Panathinaikos conquista la seconda vittoria consecutiva battendo il Valencia.

Dopo un primo tempo favorevole ai Greens (45-35) al 20′, nella terza frazione gli spagnoli riescono a rientrare in partita ed accorciano sul -4 (68-64). Nell’ultimo periodo, però i greci riescono a ritrovare la giusta fluidità in attacco e conquistano il quarto successo stagionale.

91-80 il punteggio finale del match che andiamo ad analizzare mediante i nostri classici cinque punti

 

91 

Sono i punti segnati dal Panathinaikos. Per gli uomini di coach Argyris Pedoulakis ben cinque giocatori in doppia cifra.

Il miglior marcatore è Deshaun Thomas con 19 punti (6/6 da 2, 2/3 da 3 1/2 TL), 5 rimbalzi e 23 di valutazione.

A seguire ci sono poi Tyrese Rice (14 punti), Nick Calathes (13 pt) il quale sfiora la tripla doppia con 10 rimbalzi e 9 assist, Jimmer Fredette (12 pt) e Wesley Johnson con 11. deshaun-thomas-panathinaikos-opap-athens-eb19.jpg

Jordan Loyd 

Alla compagine ospite non bastano i 27 punti di uno straordinario Jordan Loyd. L’americano chiude con (5/7 da 2, 3/3 dalla lunga distanza, 8/9 a cronometro fermo), 5 rimbalzi, 8 assist e 41 di valutazione.

«Sono deluso perchè abbiamo subito un’altra sconfitta. E’ vero, la stagione è ancora molto lunga e non dobbiamo abbatterci, ma stare uniti. Vogliamo però tornare a vincere al più presto». Queste le parole di Loyd nel post gara

jordan-loyd-valencia-basket-eb19

 

Un inizio in salita per il Valencia 

Dopo le prime sette giornate di Eurolega, il bilancio della squadra spagnola è di una sola vittoria ottenuta in casa contro l’ASVEL Villeurbanne e di sei sconfitte subite rispettivamente contro CSKA Mosca, Olympiacos, Anadolu Efes Istanbul, Maccabi Tel Aviv, Barcellona ed appunto il Panathinaikos.

Insomma, il calendario non ha di certo sorriso al Valencia, ma si sapeva che non sarebbe stata una stagione facile visto che tutte le squadre si sono rinforzate e non poco.

Il prossimo avversario si chiama Bayern Monaco, una compagine molto solida capace di metterti in crisi con un ottimo sistema difensivo.

L’unico piccolo vantaggio è che si giocherà alla Fonteta e i ragazzi di coach Jaume Ponsarnau hanno bisogno di una vittoria per dare una scossa a questo non brillante avvio di stagione.

 

Il fattore Oaka

Su 4 partite giocate in casa, il Pana ne ha vinte tre (Crvena Zvezda, Anadolu Efes Istanbul e Valencia).

L’unica sconfitta subita tra le mura amiche  è arrivata alla terza giornata contro l’Armani Exchange Milano (78-79).

Giocare ad Atene non è mai stato semplice, in particolare modo proprio ad Oaka e per il momento si sta rivelando un fattore favorevole ai Greens.

oaka

 

Gli allenatori

«Nel primo tempo abbiamo giocato davvero molto bene e avremmo potuto avere una differenza di punti maggiore se non ci fossimo lasciati trasportare troppo dall’entusiasmo. I primi tre minuti del secondo tempo direi che sono stati tragici, e in quel momento abbiamo dato a Valencia l’opportunità di cambiare le carte in tavola. Nell’ultimo quarto siamo cresciuti in difesa e grazie anche all’aiuto dei giocatori che sono usciti dalla panchina, siamo riusciti a vincere». Queste le parole di coach Pedoulakis

«Volevamo fare una bella partita, ma già nel primo tempo abbiamo avuto delle difficoltà ed il Panathinaikos ci ha punito. In modo particolare abbiamo sofferto la fisicità di Deshaun Thomas. Nel secondo tempo abbiamo iniziato a giocare con intelligenza e siamo riusciti metter in difficoltà i nostri avversari con le giocate Jordan Loyd. Nel finale di partita però Calathes e Rice hanno preso per mano i loro compagni e li hanno guidati al successo». Commenta così il coach di Valencia

Annunci
Tags

Related Articles

Back to top button
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: