Annunci
Focus ONSquadre

Milano cade anche contro Cremona, il Fenerbahce vince e ritrova Lauvergne

Archiviato il terzo turno della Turkish Airlines Euroleague, ed in preparazione per il quarto, andiamo a scoprire come sono andate le partite in campionato di 5 squadre impegnate nella massima competizione europea.

Come di consueto utilizzeremo i nostri famosi cinque punti

Armani Exchange Milano

Reduce dalla sconfitta in casa contro la Happy Casa Brindisi subita una settimana fa al Mediolanum Forum con 92 punti presi e dal successo ottenuto giovedì ad Oaka contro il Panathinaikos, ci si aspettava un’esito diverso nel derby lombardo contro la Vanoli Cremona. Invece, non è stato così, Milano perde anche contro Cremona e la fa subendo 82 punti, troppi per la filosofia di coach Ettore Messina che nel post partita commenta così il k.o: «Complimenti alla Vanoli che ha meritato la vittoria, noi dobbiamo chiuderci in palestra e lavorare».

L’unica nota positiva di giornata è il rientro di Arturas Gudaitis, ma il vero rebus si chiama Nemanja Nedovic che su Twitter scrive: «La stagione è lunga e siamo solo all’inizio. Dobbiamo ancora imparare a giocare assieme. Dobbiamo stare uniti e tutto andrà per il verso giusto».

Nessuno lo avrebbe probabilmente pronosticato, ma dopo cinque partite di campionato lo score è di 2 W e 3 L. Ora gli uomini di coach Ettore Messina dovranno subito resettare questo k.o e concentrarsi in vista della partita di venerdì’ sera contro il Fenerbahce. 

Fenerbahce

Dopo il successo ottenuto tra le mura amiche della Ulker Arena contro il Baskonia, la corazzata turca vince anche in campionato battendo con il punteggio di 74-60 il Bahcesehir Kol. Coach Obradovic decide di lasciare  a riposo Gigi Datome, ma dopo un lunghissimo stop ritrova finalmente Joffrey Lauvergne. Il francese si rende subito protagonista con 13 punti (top scorer). in 22′.

Insomma dopo un avvio non dei migliori per il Fenerbahce dovuto in particolare modo alle condizioni fisiche di alcuni giocatori, sembra che adesso il peggio sia passato e che sia arrivata un po’ di quiete dopo una forte tempesta.

Valencia

Continua il momento no per la squadra spagnola che dopo le battute d’arresto subite contro Olympiacos, Barcellona ed Efes tra Eurolega e Liga, subisce un altro k.o in casa ai danni dell’Unicaja Malaga con il punteggio di 63-79.

L’aspetto più preoccupante è che ad eccezion fatta della sconfitta subita contro il Barça di soli tre punti (97-94), nelle altre occasioni il passivo è stato importante.

Il Valencia ha bisogno di bisogno di una vera e propria scossa, ma non sarà così semplice visto che il prossimo avversario si chiama Maccabi Tel Aviv. 

CSKA Mosca

La compagine di coach Dimitris Itoudis conquista la quarta vittoria consecutiva dopo quelle ottenute contro Bayern Monaco, Tsmoki Minsk, Khimki e Zielona Gora.

Il risultato finale della sfida è 64-104 in favore dei campioni d’Europa che dimostrano di essere una vera e propria macchina da guerra.

Miglior marcatore della partita Will Clyburn, che ha iniziato la stagione con il piglio giusto, ma d’altronde quando uno è forte c’è poco da dire e da fare. 

Panathinaikos 

I Greens battono il Paok (88-104) ed in campionato fanno 4 vittorie su 4 partite. Non si può dire lo stesso in Eurolega dove invece, lo score è di 1-2. Dopo aver vinto nella prima giornata contro la Stella Rossa, sono arrivate due sconfitte consecutive contro ASVEL ed Armani Exchange Milano.

Con la retrocessione dei rivali dell’Olympiacos, il Pana non ha dirette rivali e questa può essere un’arma a doppio taglio per Calathes e compagni.

Da una parte c’è la consapevolezza che il livello delle squadre greche non è altissimo e che la vittoria in campionato sarà pura formalità, mentre dall’altra l’Eurolega è una competizione in cui tutte le partite sono difficili da giocare e dove nessuno ti regala nulla.

 

Annunci
Tags

Related Articles

Back to top button
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: