Annunci
FIBA World Cup 2019

Fiba World Cup: la Spagna di Scariolo sale sul tetto del Mondo

A distanza di tredici anni (Giappone 2006), la Spagna è campione del Mondo. In quel di Pechino non c’è storia, fin dalle prime battute gli spagnoli impongono il proprio gioco e costringono l’Argentina ad arrendersi. La compagine spagnola vince questa manifestazione con merito, e lo fa grazie ad gruppo molto solido, composto da un mix di giocatori esperti e di giovani dotati di talento. Nonostante la sconfitta va fatto un grosso applauso agli uomini di coach Sergio Hernandez, i quali hanno disputato un bellissimo Mondiale, andando oltre le aspettative di molti.

75-95 il punteggio finale della partita che andiamo ad analizzare attraverso i consueti cinque punti

95 

Corrispondono ai punti segnati dalla Spagna. Prima di questo match, gli iberici viaggiavano a quota 82 punti di media segnati a partita, mentre l’Argentina arrivava all’atto finale con una media di 70 punti subiti. Per vincere le finali c’è bisogno di una solida difesa, ma quando concedi così tanti punti agli avversari diventa poi molto complicato ottenere un successo.

Sotto le plance 

Un altro dato emblematico nell’esito finale dell’incontro è stato il diverso numero di rimbalzi conquistati dalla due squadre. Gli Albiceleste hanno chiuso con 27, di cui 22 difensivi e solo 5 offensivi , mentre le Furie Rosse ne hanno catturati in totale 47 (34 D e 13 O). Tra tutti da sottolineare i 10 di Rudy Fernandez. 

MVP

A vincere questo prestigioso premio è Ricky Rubio. Oltre ad aver conquistato la medaglia d’oro e ad essere nominato come MVP della manifestazione, il playmaker spagnolo si porta a casa altri due riconoscimenti: inserito nel miglior del quintetto del mondiale ed MVP anche della finale con 20 punti realizzati (5/9 da 2, 1/2 da 3 e 7/7 TL). Rubio torna a casa da grande protagonista ed è pronto per vivere con i Suns una stagione da vero leader. Il classe ’90 saluta la Fiba World Cup con 16.4 punti di media a partita, chiudendo in doppia cifra in sette occasioni su otto.

Il trio del Real

Nonostante il k.o non si può non parlare della prestazioni fornite da Gabriel Deck, Nicolas Laprovittola e Facundo Campazzo. I tre giocatori dei Blancos hanno chiuso in doppia cifra. Il classe ’95 è stato il migliore con 24 punti messi a referto (9/10 da 2, 1/3 dalla lunga distanza e 3/6 dalla lunetta). L’ex Badalona ha realizzato 17 punti, mentre Campazzo ne ha segnati 11.

Re Sergio

Ci sono stagioni che un allenatore non dimentica così facilmente e di solito corrispondono ad annate fallimentari. Non è pero questo il caso di coach Sergio Scariolo, perchè dopo aver vinto il titolo in NBA con i Toronto Raptors da assistant coach, sale sul trono del Mondo con la sua Spagna. Insieme a lui anche Marc Gasol che come Lamar Odom, vince l’anello e il Mondiale nella stessa stagione.

Un altro trofeo da aggiungere a quelli già conquistati da c.t. delle Furie Rosse alle Olimpiadi (argento 2012 e bronzo 2016) e agli Europei (oro nel 2009, 2011 e 2015 e bronzo nel 2017). Non è mai scontato vincere una manifestazione del genere ed il merito di tutto ciò va certamente a coloro che sono scesi sul parquet, ma anche a chi li ha scelti con attenzione ed ha saputo costruire tutto questo.

 

Annunci
Tags

Related Articles

Back to top button
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: