Annunci
Playoff LBA

L’Umana Reyer Venezia c’è! Si va a gara 5

Tra le mura amiche del Taliercio, l’Umana Reyer Venezia vince gara 4 ed impatta nella serie sul 2-2. Per decretare chi sarà la finalista, che si contenderà lo scudetto contro la Dinamo Sassari però bisognerà aspettare fino a venerdì, quando si giocherà il quinto atto in quel di Cremona al PalaRadi. Dopo un primo tempo da incubo per gli ospiti, chiuso sul 49-31, in favore dei lagunari, nei restanti 20′ è stata tutta un’altra storia. I ragazzi di coach Meo Sacchetti sono ritornati sul parquet con uno spirito diverso ed hanno riaperto una partita che sembrava già finita, ma l’extra sforzo non è bastato ad evitare la sconfitta.

78-75 il punteggio finale della gara che andiamo ad analizzare attraverso cinque punti

Il primo tempo di Venezia

Ad essere decisivo nel punteggio è certamente stato l’ottimo inizio da parte dell’Umana Reyer Venezia, che è riuscita a trovare la via del canestro con estrema facilità e ha stretto le maglie in difesa con efficacia. Dopo i primi 10′, il punteggio diceva (30-10) in favore di Venezia, che a metà secondo quarto dilagava addirittura sul +26 (39-13). Non è mai facile giocare quando sei con le spalle al muro ed hai un unico risultato, ma la squadra della laguna ha saputo approcciare la partita nel migliore dei modi. In vista di gara 5, Cremona dovrà fare attenzione a questo particolare se non vorrà dire addio ai playoff.

Il cuore di Cremona

Crederci sempre e combattere fino alla sirena finale perché nel basket si sa tutto può accadere. Nel secondo tempo ci si aspettava una reazione d”orgoglio da parte dei lombardi e cosi è stato. La Vanoli Cremona è rientrata con un faccia ben diversa ed ha messo paura ad una Reyer, che invece è andata i tilt, come già è capitato in altre occasioni durante il corso della stagione. Se venerdì i ragazzi di coach Meo Sacchetti vorranno uscire con un successo dovranno giocare con la stessa intensità vista nel terzo e quarto periodo.

Le percentuali 

Un dato che accumuna le due squadre sono le percentuali al tiro. Infatti, entrambe hanno tirato bene da 2 punti e dalla lunetta, mentre dalla lunga distanza no. I padroni di casa hanno chiuso con il 51.2% da 2, 59.3% TL e 28.6 % dalla linea dei 6.75. La Vanoli Cremona, invece, ha tirato con il 58.1% da 2, 59.1% a cronometro fermo e 20% da 3.

Gli uomini chiave del successo

Non ci sono più parole ed aggettivi per descrivere il momento che sta vivendo Mitchell Watt. Anche in gara 4 è lui insieme a Stefano Tonut a prendersi la scena e ad essere il faro di questa squadra. L’americano ha chiuso con 19 punti (100% da 2). Da mettere sotto la lente di ingrandimento anche il match disputato da Stefano Tonut (17 punti). Dopo aver saltato la serie contro la Dolomiti Energia Trentino, il nativo di Cantù ha tanta voglia di giocare e si vede….

Mathiang si, Crawford no

Se la compagine ospite è riuscita a rientrare in partita lo deve alla prestazione di Mangok Mathiang, autore di 22 punti. Quando riesce a prendere posizione sotto canestro è difficile fermarlo e  l’Umana Reyer Venezia dovrà cercare di limitarlo, perché è un giocatore che se comincia forte è difficile da contrastare.

Non si può invece dire lo stesso di Andrew Crawford, che sta patendo e non poco questa serie. Dopo essere stato uno dei protagonisti della vittoria ottenuta nel match di lunedì, ieri sera non è riuscito a dare il suo contributo. Crawford ha chiuso infatti, con soli 2 punti realizzati (0/9 da 3).

 

Annunci
Tags

Related Articles

Back to top button
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: